Qui sopra, un’immagine da “Istituto di traduzione”; in alto, “Buch der Freunde”

Il Madre racconta. Al Museo d’arte contemporanea fondazione Donnaregina la presentazione di due volumi sotto il segno della cultura internazionale. Si comincia domani, sabato 15 gennaio, alle 11 con Istituto di traduzione  di Giuseppe Caccavale. 
Con l’autore interverranno Angela Tecce, presidente della Fondazione Donnaregina per le arti contemporanee; Chiara Bertola, responsabile per l’arte contemporanea della Fondazione Querini Stampalia di Venezia; Marco Caratozzolo, professore associato di Lingua e Letteratura russa dell’Università di Bari Aldo Moro; Camilla Miglio, professore ordinario di Letteratura tedesca all’Università Sapienza di Roma. Saranno presenti Odilon Coutarel, graphic designer, Antonella Cristiani, curatrice editoriale, e Raimondo Di Maio, editore. In occasione dell’evento saranno allestite per la prima volta due opere donate da Caccavale al Madre, Canopo (2003) e Sala Consilina (2003). 
Il volume raccoglie  scritti di Chiara Bertola, Marco Caratozzolo, Erri De Luca, Claudia Gian Ferrari, Pier Luigi Tazzi, oltre a una nuova traduzione de Il mattino dell’acmeismo di Osip Mandel’Štam a cura di Marco Caratozzolo. È stato stampato da Alfa Grafica (San Sebastiano al Vesuvio, Napoli) in 500 esemplari, di cui i primi 50 sono accompagnati da un’acquaforte (20 × 24 cm ) numerata e firmata dall’artista e stampata da “Il Laboratorio” di Vittorio Avella.
Mercoledì 19 gennaio, alle 18 protagonista sarà Buch der Freunde di Domenico Mennillo.  L’autore sarà in conversazione con Tommaso Ariemma, filosofo e docente di Estetica presso l’Accademia di Belli Arti di Lecce.
Buch der Freunde (Libro degli amici) nasce in occasione dei venti anni di attività di lunGrabbe, sigla nata nel novembre del 1999 a Napoli per volontà di Domenico Mennillo e di Rosaria Castiglione. Il volume contiene 28 testi, realizzati da poeti, studiosi e artisti (fra cui Stelio Maria Martini, Iain Chambers, Tiziana Terranova, Tommaso Ottonieri, Stefano Taccone, Pierandrea Amato, Maurizio Zanardi), redatti in occasione di performance di teatro ambientale, installazioni-expo ed eventi realizzati da lunGrabbe dal 2001 al 2020; la maggior parte degli scritti presentati in ordine cronologico non sono stati mai pubblicati.
Verranno anche proiettati, per la prima volta a Napoli, tre brevi film di Mennillo girati in pellicola fra il 2006 e il 2017: theatrum, theoria (2006, Super 8 e Mini DV, 10 min.), Dispositivo per il funzionamento del rosso nella pellicola Super 8 (2011, Super 8, colore, 3 min.), Dispositivo per il funzionamento non edulcorato del genere porno nella pellicola b/n nel formato 8 mm (2017, 8 millimetri, b/n, sonoro, 3 min.). Sarà presentato inoltre il video WLK_Wunder_Litterrature_Kammer di Andrea De Cunzo, relativo all’omonima installazione-expo realizzata da Mennillo nel 2014 presso il Museo Hermann Nitsch di Napoli.
Entrambi i volumi, esposti durante la presentazione, sono concepiti come libri d’artista e realizzati in particolari cofanetti in fascicoli sciolti, prodotti con carte di pregio e tecniche tipografiche ricercate.
Due appuntamenti che coinvolgono voci e visioni differenti destinate a pubblici variegati: in conformità con le direttive attualmente vigenti, gli incontri si svolgeranno per un pubblico contingentato e con posti limitati. Per accedere al museo è necessario esibire il Super Green pass. 

RISPONDI