Torna di nuovo nel suo luogo di origine, il performer e artista napoletano Giovanni Castaldi. Da oggi pomeriggio (sabato  15 dicembre alle 18) propone le proprie opere nella mostra nègati, tutto è compiuto #assenze  sullo sfondo della Napoli sotterranea, che la Libera Associazione Escursionisti Sottosuolo (Laes)  si propone di valorizzare e divulgare come straordinario patrimonio storico e culturale cittadino, in Via S.Anna di Palazzo, 52.
L’esposizione è un inno all’assenza in quanto entità presente… astratta, mistica, metafisica, non meno incisiva di qualsiasi presenza densa, non necessità di manifestarsi, vive in uno spazio impercettibile, tra il mondo fisico e quello invisibile.
L’autore invita all’autoannullamento, in un processo “evolutivo, nel lasciarsi andare a quella corrente divina che prospera e ci traghetta verso bagliori di luce assoluta,  pronta ad attendere il nostro ritorno (risveglio) per (ri)accoglierci e raccoglierci… in un laddove in cui  tutto è compiuto. Partendo dall’idea che la vita racchiuda tante morti…
Installazioni, dipinti (foto), testi per far emergere la luminosità del buio.  Drammaturgia e filosofia s’intrecciano: Beckett e le sue assenti attese,  Nietzsche con le  sue  controversie  ma anche il misticismo di Battiato per un’iniziativa dalle infinite suggestioni. Avrete il l tempo di ammirarla fino al 6 gennaio 2019.
Per saperne di più
tel. 320 6973016