Calendario ancora ricco di manifestazioni per l’Estate a Napoli promossa dall’assessorato alla cultura del Comune. Prossima data da segnare sull’agenda, l’8 settembre. Innanzi tutto la Piedigrotta, con la città illuminata tra tradizionali addobbi luminosi, cerimonie religiose e musica: quest’anno la grande festa in piazza del Plebiscito per la Notte della tammorra. Già prevista per la sera di Ferragosto, l’ormai tradizionale appuntamento a cura di Carlo Faiello è stato rinviato in segno di lutto e di solidarietà nei giorni della tragedia di Genova.
Sabato si comincia già alle 18, con gruppi di ballerini e musicanti in abito tradizionale che percorreranno la città per convocarla alla grande festa della musica, alle 21,00, in piazza del Plebiscito.
Con il Carlo Faiello Ensemble ci saranno tanti altri gruppi e artisti: dalla Nuova Compagnia di Canto Popolare, a Marcello Colasurdo, Antonella D’Agostino, Antonella Morea, Patrizia Spinosi e ai canti a distesa di Antonio Esposito detto Tonino ’O Stocco.
Accompagneranno lo spettacolo mostre ed esposizioni dedicate al tema della musica e tradizione popolare, un piccolo villaggio folk-espositivo per festeggiare al meglio una delle tradizioni più belle del Sud.
E poi c’è la festa di San Gennaro: il 24 settembre la sesta edizione del San Gennaro Day, con numerosi ospiti,  mentre per tutto il mese il Convento di San Domenico Maggiore ospita per l’occasione una grande mostra di arte contemporanea, organizzata in collaborazione con la Curia Arcivescovile di Napoli intitolata Il senso del sacro. Una sfida all’arte contemporanea.
Dal 20 al 23 il festival Spinacorona, passeggiate  musicali napoletane dirette da Michele Campanella nel cuore di Napoli: 13 luoghi insoliti, 22  concerti da mattina a sera, 121 musicisti per 4 giorni per un itinerario insolito alla scoperta dei tesori nascosti della città di Napoli. la rassegna si snoderà sulle tracce della musica da camera, con qualche suggestiva digressione in campo sinfonico, lirico, jazzistico e letterario. Straordinari concerti, a ingresso libero, nella cornice di luoghi ricchi di storia e di bellezze artistiche.
S’inaugura con due appuntamenti: in mattinata, nella Biblioteca Nazionale il prologo a cura della Fondazione Festival Pucciniano e in serata al  Teatro Mercadante l’Orchestra della Toscana e il maestro Michele Campanella suoneranno concerti per pianoforte e orchestra n. 1 e 3 di Beethoven.
Tra gli artisti di questa seconda edizione, il clarinettista Anthony Pay; il mezzosoprano Manuela Custer accompagnata al pianoforte da Massimo Viazzo, Joe Chindamo, pianista di talento, australiano, apprezzato sia come interprete jazz che classico; l’attore, Premio Donatello, Renato Carpentieri, voce recitante del concerto di chiusura al Teatro Mercadante, che vedrà protagonista ancora una volta il talento del Maestro Michele Campanella. I concerti saranno tutti a ingresso libero fino a esaurimento dei posti.
Tra le molte iniziative, segnaliamo Imbavagliati, festival di giornalismo civile, ideato da Desirée Klain,  dal 20 al 26 settembre al Pan (Palazzo delle Arti Napoli). Oltre tredicimila presenze nelle scorse edizioni, una rassegna stampa con più di 500 testate (nazionali e internazionali), venticinquemila visualizzazioni su “Repubblica facebook”, copertina de’ “La Lettura” (Corriere della Sera), e nel 2017 la diretta di Rai News.
Dal 2015 dà voce ai coraggiosi giornalistitestimoni di tutto il mondo che operano in nazioni dove la censura dittatoriale impedisce la libera espressione o dove il contesto sociale li pone in costante pericolo di vita. Tanti gli ospiti che da tutto il mondo sono intervenuti durante gli eventi della manifestazione, con l’attenzione delle testate straniere (articoli dedicati, tra gli altri, anche su El Nacional in Venezuela e  Al Jazeera del Qatar).
Proseguono, inoltre, gli appuntamenti estivi al Parco del Poggio, arena cinematografica dei Colli Aminei. Ricchissimo il programma: dal “Giovane Karl Marx” a “Io c’è”, da “Dogman” a una proiezione speciale di “Ricomincio da tre” con musica dal vivo, per una serata evento sabato 8 settembre in ricordo di Pino Daniele.
Chiude l’omaggio per l’anniversario delle Quattro giornate di Napoli. Unica notizia annunciata per il programma: il grande concerto della Banda dei Carabinieri al Teatro di San Carlo per rievocare, insieme con l’insurrezione e la liberazione della città, anche i settantacinque anni dal sacrificio di Salvo D’Acquisto.
In foto, carro di Piedigrotta del 2015
Per saperne di più
http://www.comune.napoli.it/estateanapoli2018

RISPONDI