A Salerno c’è la spesa sospesa poetica. Il progetto è promosso da una strategia di gruppo: ne fanno parte l’associazione culturale no profit Poesie metropolitaneLipu onlus Lega Italiana Protezione Uccelli- Sezione SalernoRete dei giovani per Salerno e Legambiente Campania. Un’idea concretizzata con la collaborazione della rete market pick up, in particolare del punto vendita di va Tusciano e via Petrone Qui Discount.
Un’iniziativa per sostenere i tanti cittadini e le famiglie che in questo momento di emergenza si trovano in grande difficoltà economica.
Nei due market che aderiscono al progetto si potrà donare qualcosa della propria spesa lasciandola nei carrelli posizionati  all’ingresso, segnalati con locandine ad hoc.
Un atto di gentilezza, un atto poetico. Partecipare significa essere protagonisti di un’azione di responsabilità e solidarietà urbana ma anche sociale. Così si diventa cittadini attivi tutelando la dignità delle persone più fragili.
E in questa partecipazione collettiva scende in campo anche la poesia. Poesie Metropolitane donerà a chi metterà qualcosa nel carrello e a chi poi lo riceverà poesie su calamite, segnalibri, calendari poetici e artistici, agende poetiche. La poesia come prolungamento della gentilezza, versi che possono accarezzare l’anima di tutti quelli che  stanno vivendo questo momento particolarmente complesso.
Alla fine della giornata i generi alimentari raccolti saranno ritirati insieme ai componimenti poetici da alcuni volontari delle associazioni partner del progetto. Destinazione finale: la parrocchia dei Gesù redentore nel quartiere Europa. Qui Padre Ciro Torre con altri collaboratori li distribuirà alle famiglie povere.  
In alto, la locandina del progetto

 

RISPONDI