Un logo identitario. Che è punto di partenza. E il risultato di un gioco di squadra. Sarà il simbolo del Rione Terra e accompagnerà tutte le azioni di valorizzazione che vi si realizzeranno.
A partire dal bando per la gestione del patrimonio immobiliare dell’antica rocca, che il Comune di Pozzuoli sta per lanciare e che ne farà un polo attrattivo e  uno straordinario volano per l’economia cittadina e di tutto il territorio.
Un risultato ottenuto dopo lunghi dieci di lavoro. Presto il cantiere arretrerà e il cancello all’ingresso del Rione Terra sarà eliminato: la città potrà così riappropriarsi di questo luogo dell’anima.
Esiti riassunti con orgoglio dal sindaco Vincenzo Figliolia (foto), alla presentazione del logo del Rione Terra, realizzato dal grafico Gaetano Gravina su iniziativa dell’amministrazione comunale. Il progetto creativo sintetizza elementi dell’antica città, espressi in tratti essenziali: la rampa, che congiunge il mare alla sommità; la cupola, simbolo della cristianità che ingloba le rovine di un antico tempio romano; le arcate dei potenti contrafforti delle murate.
La parte del Rione Terra terminata comprende 15 botteghe, 2 bar, 1 ristorante e 84 camere d’albergo per complessivi 185 posti letto. L’obiettivo: completare l’altra entro la fine del 2024, al massimo per l’estate del 2025.

RISPONDI