Napoli e la danza. Una storia d’amore articolata. Non solo per i suoi talenti. Ma anche per la sua sensibilità internazionale verso l’arte di Tersicore. Con cui avrà un incontro importante il 19 e 20 ottobre al teatro Nuovo (in prima assoluta) grazie allo spettacolo Mittelmeer voluto da Susanne Linke, la celebre coreografa e danzatrice tedesca che ha contribuito a sviluppare  Tanzheater (foto) di Pina Bausch. Il progetto sarà realizzato con le compagnie Borderlinedanza di Claudio Malangone e Asmed-Balletto di Sardegna. Mittelmeer arriverà anche al Find Festival di Cagliari il 24 e 26 ottobre.
Dal 29 luglio al primo agosto Susanne Linke con Urs Dietrich co-coreografo della nuova produzione terrà un workshop a Vallo della Lucania, in provincia di Salerno, nell’auditorium Leo De Berardinis. Quattro giorni di residenza artistica in cui i danzatori e i coreografi lavoreranno per conoscersi, amalgamarsi e  trovare la sintonia necessaria al successo di uno spettacolo. Che sarà allestito dal 12 settembre al 18 ottobre, a Salerno, nella sede di Borderlinedanza.
 Tra gli 11 interpreti, Rossella Canciello, Elisabetta Rosso e Claudio Malangone. La musica originale sarà creata dal napoletano Luca Canciello che vive e lavora a Berlino. I costumi saranno realizzati dalla sartoria di Asmed/Balletto di Sardegna.
E all’Orientale di Napoli il 18 settembre si svolgerà un incontro con gli studenti curato da Susanne Franco, docente dell’Università Ca’ Foscari di Venezia nonché noto critico e storico di danza.  E il progetto Mittelmeer sarà presentato In questa occasione, oltre al lavoro della coreografa tedesca e alla proiezione del video “Im Bade Wannen”. L’incontro è organizzato in collaborazione con il Centro di Elaborazione culturale Centro Studi Postcoloniali e di Genere dell’Università degli studi di Napoli L’Orientale, con la ricercatrice Annalisa Piccirillo.