Ravello/ Villa Rufolo: Giovanni e Giuseppe Auletta riscomo l’arte del pianista Wilhelm Kempff

0
175

Tre nuovi appuntamenti per Il salotto musicale di Nevile Reid”. La rassegna organizzata dalla Fondazione Ravello è dedicata alle giovani e non solo più qualificate leve dell’odierno concertismo,  formatesi prevalentemente nei Conservatori di Musica della Regione Campania.
Al centro dei prossimi concerti (2 in questo mese e l’ultimo a giugno) ci sarà l’arte compositiva e dimenticata di uno dei più significativi pianisti del ‘900, Wilhelm Kempff, che scelse l’Italia, in particolare la Costiera Amalfitana, come sua residenza ideale. 
Nato il 25 novembre 1895 a Jüteborg (Brandeburgo) in una famiglia di musicisti, Kempff considerava la composizione come uno dei mezzi più importanti per esercitare la sua creatività.
Grazie al lavoro di ricerca di Giovanni Auletta, nell’Auditorium di Villa Rufolo, verranno proposte pagine di raro ascolto di Kempff accostate a famosissime pagine beethoveniane che il celebre pianista amava tanto suonare, come collante di un pensiero musicale unico che, fluido, si muove tra passato, presente e futuro.
Ecco il programma che ne mette a fuoco la musica. Domenica 10 marzo (ore 11.30) recital per pianoforte solo con lo stesso Auletta che eseguirà Ischia, suite op.68 e la Sonata per pianoforte op.47 di Kempff assieme a due pagine celebri di Beethoven: la Sonata n.8, op.13 “Patetica” e la Sonata n.31, op.110.
Domenica 25 marzo (ore 11.30) il pianoforte del maestro napoletano accompagnerà la voce narrante dell’attore Giuseppe Auletta in un “concerto narrativo” nel quale la musica del compositore Wilhelm Kempff illuminerà il percorso della vicenda umana e artistica di Vittoria Colonna, in un racconto di Giovanni Auletta che si dipana tra la vita della grande poetessa del Rinascimento italiano e i suoi Sonetti. Protagonista, il castello aragonese di Ischia, nel quale Vittoria visse alcuni felici anni con il suo sposo Ferrante d’Avalos.
In foto, Giovanni e Giuseppe Auletta

Per saperne di più

www.fondazioneravello.it
www.villarufolo.it
www.ravellofestival.com




Ravello/ Villa Rufolo: John and Joseph Auletta bring back the art of pianist Wilhelm Kempff

Three new events for “Nevile Reid’s Music Salon.” The review organized by the Ravello Foundation is dedicated to the young and not only the most qualified players of today’s concert scene, trained mainly in the Music Conservatories of the Campania Region.
At the center of the upcoming concerts (2 this month and the last in June) will be the compositional and forgotten art of one of the most significant pianists of the 20th century, Wilhelm Kempff, who chose Italy, particularly the Amalfi Coast, as his ideal residence.
Born on November 25th, 1895 in Jüteborg, Brandenburg, into a family of musicians, Kempff considered composition one of the most important means of exercising his creativity.
Thanks to the research work of Giovanni Auletta, the Villa Rufolover Auditorium will feature rarely heard pages by Kempff juxtaposed with famous Beethovenian pages that the celebrated pianist loved so much to play, as the glue of a unique musical thought that, fluidly, moves between past, present, and future.
Here is the program that brings its music into focus. Sunday, March 10 (11:30 a.m.) solo piano recital with Auletta himself performing Ischia, Suite op.68 and Kempff’s Piano Sonata op.47 along with two famous pages by Beethoven: Sonata No. 8, op.13 “Pathetic” and Sonata No. 31, op.110.
Read more at
www.fondazioneravello.it
www.villarufolo.it
www.ravellofestival.com

RISPONDI

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.