Romanzo dark/ I misteri napoletani di Demetrio Salvi: un viaggio nell’anima

0
157

“Misteri napoletani. La crepa” di Demetrio Salvi è un romanzo dall’anima dark e dalle atmosfere grottesche e inquietanti, oltre che affascinanti. È un’opera che miscela graphic novel e racconto tradizionale per narrare la storia di Giona, un uomo travagliato che sta cercando di risollevarsi dopo un periodo molto duro.
Da poco tornato nella sua città d’origine, Napoli, tenta di ambientarsi in una casetta ereditata dai suoi nonni che però non è stata molto accogliente con lui: egli infatti non riesce a dormire, persuaso dall’idea che quell’abitazione nasconda oscuri segreti.
In particolare, è convinto di essere osservato da una presenza maligna e poco umana, e la sua ossessione cresce giorno dopo giorno facendolo arrivare anche a chiamare diverse volte la polizia, per denunciare un’effrazione che in realtà non può essere confermata.
Per quattro notti Giona non dorme, e la paranoia si annida in lui e lo porta sull’orlo della pazzia; è una sua anziana vicina, a cui confida i suoi tormenti, a tranquillizzarlo: per lei la presenza che avverte è uno spirito benigno, e deve sentirsi fortunato ad averlo in casa.
Una notte, finalmente, Giona scopre la verità sul suo non gradito ospite: vicino al suo letto scorge un esserino antropomorfo, pallido e smunto; non fa paura come avrebbe pensato ma solo ribrezzo. Simile a un bambino di sei anni, provoca nel protagonista un moto inspiegabile di affetto; Giona decide quindi di prendersi cura della creatura, alimentandola e proteggendola dal mondo esterno.
Nel frattempo, compie ricerche sugli esseri mostruosi appartenenti alle leggende napoletane – «In questa città non riesco a crearmi amicizie e nulla mi dà sicurezza. Il male sembra strisciare dappertutto».
Demetrio Salvi destabilizza il lettore raccontando una storia visionaria e maledetta: dall’incontro con la creatura e dalla sua improvvisa sparizione cominciano ad accadere eventi strani che portano Giona a vivere una pericolosa avventura in un mondo sotterraneo che è la copia speculare della città di Napoli, sebbene abbia caratteristiche che l’avvicinano all’idea che si ha dell’inferno.
In questo luogo incontra esseri deformi, insetti antropomorfi e bambini scheletrici ma anche improbabili alleati che cercheranno di aiutarlo nella sua ricerca della creatura e della donna che ama, e nella sua ardua risalita verso la luce – «Qua sotto tocchi la parte più bassa di ciò che sei, qua sotto tocchi le contraddizioni estreme. Questo è un viaggio nell’anima. Viaggi di questo tipo, ormai lo sai, sono pericolosissimi. Rischi di lasciarci la pelle». ( Paola Martini)
©Riproduzione riservata 

IL LIBRO
Demetrio Salvi
“Misteri napoletani: La crepa”
L’undicesima copia
Urban fantasy
Pagine 220
Euro 14

RISPONDI

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.