Le immagini in streaming. Riecco gli appuntamenti  della rassegna curata da Pino Miraglia “Il sabato della fotografia online” sulla pagina facebook di Casa del Contemporaneo, ma anche  su quella di Movimenti per la fotografia e dell’assessorato alla cultura del Comune di Napoli.
Oggi, sabato 18 aprile, dalle 12, toccherà a un poeta dell’immagine che ha rivoluzionato il punto di vista dello spettatore proponendogli la realtà  dall’alto in basso. Al ritorno da un suo viaggio rocambolesco, ai tempi dell’Università, a ridosso del ’68, portò con sé i piedi nudi degli indiani e fece scalpore perché non c’era traccia di un volto né di uno sguardo. Una sperimentazione che  spazzava via tutti i canoni del bel vedere.
La rassegna propone le sue opere  attraverso un video firmato da Alfredo Maddaluno che filma l’inaugurazione della mostra del suo maestro (Fabio Donato) presentata nel 2007. “Infiniti” è la narrazione di un  processo mentale dell’artista. Particolarmente evocativa è la ripresa del passo degli spettatori che rinvia  all’esposizione presentata quasi 40 anni prima.

Qui sopra, il mare di Cacciapuoti. In alto, gli Infiniti di Donato
Qui sopra, il mare di Cacciapuoti. In alto, gli Infiniti di Donato

Martedì 21 aprile (dalle 12) nuovo video racconto fotografico. Il fotoreporter napoletano Massimo Cacciapuoti ci conduce, in bianco e nero, alla scoperta del mare, un mare non descritto nella sua struttura morfologica bensì in una dimensione onirica e imperscrutabile. Il mare come forza evocativa capace di catalizzare in sé cielo, terra, animali e uomini restituendoci in modo poetico un processo di simbiosi e sottolineando le relazioni che intercorrono tra di loro.

 

 

 

 

 

 

.

 

#NON FERMIAMO LA CULTURA

RISPONDI