Qui sopra, i protagonisti di “Farsescamente”. In alto, una scena
dello spettacolo “Misura per Misura”

Torna Classico Contemporaneo. Dal 9 al 22 agosto, la rassegna estiva di teatro con la direzione artistica di Mirko Di Martino e Gianmarco Cesario realizzata in collaborazione con l’assessorato alla cultura e al turismo del Comune di Napoli nel Chiostro di San Domenico Maggiore. Ogni sera, una proposta culturale diversa sia per chi resta in città che per i turisti che tornano a visitare Napoli.
‘San Domenico_Piazza d’arti’, il titolo che l’assessore alla Cultura e al Turismo del Comune di Napoli Eleonora de Majo ha voluto fortemente dare al format impiantato nel complesso monumentale di San Domenico Maggiore, si sta scoprendo calzante per un uso civico e condiviso del migliore spazio della cultura in centro città. Uno spazio vissuto ogni giorno, tutti giorni, dalla mattina, con le prove delle compagnie teatrali, al pomeriggio con le presentazioni di libri e piccoli eventi culturali, alla sera con il teatro e la musica.
«Anche Classico Contemporaneo è una scommessa vinta, una conferma che arriva in un momento in cui sembrava difficile mantenere la continuità. E per questo ringrazio i curatori Gianmarco Cesario e Mirko Di Martino che hanno perseverato nell’idea di realizzare questa rassegna in uno spazio del Comune allestito, nonostante le scarse risorse, per sostenere lo spettacolo dal vivo», dichiara l’assessore alla Cultura e al Turismo del Comune di Napoli Eleonora de Majo.
E aggiunge: «La rassegna è ricca di proposte originali e di grande qualità. Ospiterà numerosi debutti. La settima edizione di Classico Contemporaneo sarà inaugurata dal primo spettacolo della Compagnia Under30 del TRAM Teatro: “Misura per Misura”. Nata un attimo prima della chiusura per il Covid-19, la compagnia, composta da 11 giovani attori e attrici con meno di trent’anni, ha atteso la fine dell’emergenza per proporre al pubblico il primo progetto, la prima tappa di un percorso che sarà ricco ed emozionante».
La voglia di uscire e di ritrovarsi è alla base della rassegna, e per questa settima edizione sono stati scelti spettacoli che rappresentano un momento di distensione, relax e divertimento. Il tutto sarà rappresentato da rifacimenti di grandi autori:
Domenica 9 – lunedì 10: “Misura per Misura”, da William Shakespeare. Adattamento e regia di Diego Maht, con Vincenzo Coppola, Giuseppe di Gennaro, Germana di Marino, Marcello Gravina.
Martedì 11: “’nu torero americano. Carosone Story”. Concerto di Francesca Curti Giardina. Chitarra Dario Di Pietro, fisarmonica Andrea Bonetti, percussioni Rosario Scotti Di Carlo. Un concerto per ricordare e omaggiare il grande artista napoletano nel centenario dalla nascita.
Mercoledì 12: “Regine sorelle”, con Titti Nuzzolese, scritto e diretto da Mirko Di Martino; giovedì 13 agosto – venerdì 14 “Farsescamente – Una domanda di matrimonio” di Anton Pavlovic Cechov, “A scampagnata de’ tre disperate” di Antonio Petito”,  “Il cavaliere delle dame” di Eugène Labiche. Regia di Gianmarco Cesario, con Ciro Scherma, Angela Rosa D’Auria, Giuseppe Fedele, Leonardo Di Costanzo.
Raccontare la vita attraverso la risata. È questa la grande missione di un genere antico quanto il teatro, l’altra faccia della tragedia, che affrontava i grandi temi con l’utilizzo del mito. La farsa, invece, usa il paradosso per mostrarci l’uomo, le sue meschinità, i suoi drammi quotidiani che non possono non indurci ad un sorriso grazie al quale arriviamo alla maggiore conoscenza di noi stessi.

“Regine sorelle”, con Titti Nuzzolese


Sabato 15: “Bocca di rosa” – concerto spettacolo per Fabrizio de André, diretto da Francesco Luongo, con Franco Nappi (recitato), Giuseppe Di Taranto (voce e chitarra), Laura Cuomo (voce), Davide Maria Viola (violoncello); domenica 16 – lunedì 17, “Aulularia”, da Plauto, testo e regia di Antonio Gargiulo, con Sara Saccone, Vito Pace, Arianna Cristillo, Luca Gucci, Diana Maggio, Ferdinando Speranza, Antonio Prisco; martedì 18 “Il carro dei comici”, drammaturgia di Roberta Sandias ispirata a “La Lucilla Costante” di Silvio Fiorillo, messa in scena Maurizio Azzurro, con Antonio Elia, Valentina Elia, Marco Esposito, Paola Maddalena, Giulia Navarra; mercoledì 19 – giovedì 20 “La scuola delle mogli”, da Molière, adattamento e regia di Diego Sommaripa, con Antonio De Rosa, Marilia Testa, Vittorio Passaro, Rodolfo Fornario.
Infine, venerdì 21 – sabato 22: “Mio fratello è figlio unico” – concerto spettacolo per Rino Gaetano, diretto da Francesco Luongo, con la voce di Laura Cuomo e la chitarra di Francesco Santagata. Un omaggio ad uno dei maggiori cantautori che, seppur scomparso prematuramente, trova sempre una collocazione solida nella cultura musicale italiana. Rino Gaetano è stato senz’altro un cantante “scomodo”: all’apparenza completamente decontestualizzato dal mondo politico, è stato l’artista che con più forza ha denunciato il sistema attraverso le sue canzoni.
Non resta che lasciarvi incantare dalla magia di queste splendide serate.

Per saperne di più
tel: 342 1785930
email: tram.biglietteria@gmail.com  
biglietti online: www.teatrotram.it

RISPONDI