Prosegue il Diario della quarantena del Teatro Stabile di Napoli diretto da Roberto Andò. Ecco i nuovi video-interventi: protagonisti, Imma Villa, Carlo Cerciello, Cristina Donadio, Davide Iodice. Riflessioni e performance sul teatro al tempo del coronavirus
nell’ambito della sezione #teatroacasa.
 Già da lunedì scorso è online il contributo dell’attrice Imma Villa (foto in alto) che legge brani da “Cecità”, il romanzo del Premio Nobel José Saramago, sorprendentemente attuale per la centralità di temi come la solidarietà e l’indifferenza – dal quale nel 1999 il regista Carlo Cerciello ha tratto l’applaudito spettacolo “Il contagio”.
E sarà proprio Carlo Cerciello al centro della video-riflessione sul teatro oggi, disponibile sul sito del teatro da venerdì 10 aprile.


Nle giorno di Pasqua, domenica 12 aprile l’attrice Cristina Donadio che per le sue riflessioni sul teatro al tempo del coranavirus si farà guidare da brani tratti da testi di Enzo Moscato, col quale nel corso della sua carriera ha condiviso moltissimi allestimenti e spettacoli.
A Pasquetta, lunedì 13, il regista Davide Iodice interviene introducendo al pubblico un “pezzo” tratto dalle prove del suo emozionante spettacolo “Mettersi nei panni degli altri”, messo in scena nel giugno del 2014 al Centro di Prima Accoglienza (l’ex Dormitorio pubblico di Napoli) con gli ospiti dello stesso Dormitorio.
Sul sito dello Stabile è possibile veder spettacoli presi dall’archivio delle produzioni realizzate in 17 anni di storia: si tratta di Gomorra, di Roberto Saviano e Mario Gelardi con regia di Mario Gelardi; Le sorelle Macaluso di Emma Dante; ‘Nzularchia di Mimmo Borrelli con regia di Carlo Cerciello; Elettra di Hofmannsthal con la regia di Andrea De Rosa; Mal’essere (l’Amleto di Shakespeare nella riscrittura in napoletano dei rapper Gianni ‘O Yank De Lisa (Fuossera), Pasquale Sir Fernandez (Fuossera), Alessandro Joel Caricchia, Paolo Sha One Romano, Ciro Op Rot Perrotta, Damiano Capatosta Rossi), con la regia di Davide Iodice.

 

 

 

 

RISPONDI