Quarto e ultimo appuntamento domenica 28 luglio con l’ottava edizione della rassegna Teatroalladeriva (alle 21.30). Alle Terme Le Stufe di Nerone a Bacoli, sulla zattera nel piccolo lago artificiale andrà in scena uno Shakespeare napoletano. Elledieffe presenta 30 sonetti del Bardo tradotti in lingua partenopea da Dario Jacobelli con il titolo  L’ammore nun è ammore. Una proposta di Lino Musella che ne è anche interprete. Lo spettacolo è nato a Roma a Le vie dei Festival, grazie a un precedente studio realizzato alla Festa di Teatro Eco Logico di Stromboli.
Poeta prematuramente scomparso, Jacobelli  si dedicò ad alcuni versi di Shakespeare, ricreandoli in napoletano. Musella, energico, ironico, stupito,  li attraversa e indossa. Una recita di sentimenti,  tra  atmosfere magnetiche e intensi desideri. Racconto di amore, bellezza, vita che fugge. Lo affianca Marco Vidino (cordofoni e percussioni) con le sue musiche suggestive e avvolgenti che accompagnano gli spettatori in questo viaggio emozionante.
Sonetti in napoletano sono belli. Battono di un proprio cuore e si sollevano dal foglio per prendere il volo con tutta la loro energia, tuttavia con i piedi ben piantati in terra.
L’iniziativa teatrale (ideata da Ernesto Colutta e da Giovanni  Meola che la guida artisticamente)  è un piccolo miracolo di resistenza e presenza sul territorio flegreo. Una rassegna premiata dal pubblico  fedele e  partecipe. Una manifestazione teatrale unica in Italia,  che offre un programma di forte impatto, non omologato al vento generale che soffia sul palcoscenico nazionale.
In alto, Lino Musella in scena fotografato da Manuela Giusto

Terme Stufe di Nerone (via Stufe di Nerone n. 37, Bacoli – NA)
infoteatroalladeriva@gmail.com
tel.081 868 8006
www.tsdn.it/teatroalladeriva
http://www.virusproduzioni.it