Tomarchio editore/ “Lettere a Sofia” di Giovanna Fracassi: la riflessione è sempre dietro l’angolo

0
150


“Lettere a Sofia” è un testo di Giovanna Fracassi. Si presenta come un libro epistolare, senza dimenticare racconti brevi e squarci di poesia. Sono molti gli argomenti che si avvicendano: la solitudine, il viaggio, l’amore, l’amicizia, fino al passare del tempo. Tutti gli argomenti sono eviscerati in maniera esemplare, secondo uno sguardo prettamente femminile.
Il concetto di femminismo presente nel libro della Fracassi è certamente differente rispetto a quello cui si è generalmente abituati. L’autrice non racconta di un femminismo fatto di battaglie per raggiungere i medesimi ruoli e posizioni degli uomini, al contrario, piuttosto di come sarebbe stato bello e necessario che le donne lottassero e creassero dei veri e propri mestieri e spazi dedicati interamente alle quote rosa, senza adattarsi alle
cosiddette “cose da uomini” annichilendo il proprio essere, e appiattendosi su ruoli e posizioni esistenti da anni, destinate ad altro.
Il femminismo della Fracassi sembra quindi collegarsi a una creazione, piuttosto che a una copia e un accostamento di fatti e cose prettamente maschili.
L’autrice racconta in maniera sublime del concetto di solitudine: “non è né buona né cattiva”, è così che ne parla fornendo una visione nuova di una condizione considerata da molti unaspetto sconfortante e tedioso della vita. Il testo lancia una riflessione significativa, secondo la quale è opportuno e necessario “bastare anche a sé stessi”.
Sono molti i viaggi condotti dalla protagonista che forniranno spunti di riflessione a tutto tondo attraverso nuovi profumi, persone, dettagli e fatti.
Durante l’arco narrativo saranno molti i testi citati, sia per quanto riguarda le poesie che per alcuni racconti, che troveremo interamente, più avanti, in quello che l’autrice definisce “lo scrigno dei racconti”. A fine testo, infatti, i racconti dell’autrice, colorati, profondi, e con all’interno una sorta di morale nascosta, arricchiranno il testo di ulteriori storie risultando un
gioiello narrativo da non perdere.
“Lettere a Sofia” quindi, ha tutti i requisiti per essere un libro epistolare senza dimenticare la netta strada perseguita dall’autrice fitta di riflessioni filosofiche e citazioni determinanti. È un testo a voce unica, dove la storia, al contrario di ciò che si pensi, non arriva mai a un culmine di appiattimento.
Le vicende intricate, i colori, i dettagli, e le cose raccontate
all’interno delle lettere e nei racconti, rendono il libro della Fracassi un testo da scoprire piacevolmente a piccole e grandi letture.
È un testo che potrebbe definirsi filosofico, in quanto la riflessione è sempre dietro l’angolo, in un epistole continua, dove ogni discorso tiene per mano l’altro, in un incanto letterario che appassiona fino alla fine. (Miriana Kuntz)
©Riproduzione riservata
Per saperne di più
https://www.facebook.com/giovanna.fracassi/
https://www.tomarchioeditore.it/2022/09/21/lettere-a-sofia-giovanna-fracassi/
www.tomarchioeditore.it/contatti/

RISPONDI

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.