La bellezza diventa un raggio di sole che spazza via la noia dei giorni grigi, quando il cielo piange e l’umidità spinge a rintanarsi a casa, sprofondati sul divano, magari in compagnia di un buon libro.
Il profumo della bellezza ha spinto tanti napoletani nella metropolitana d’arte di Napoli, dalla stazione Garibaldi a quella delle Quattro giornate, domenica scorsa per aderire alla prima delle (6) visite guidate del progetto Obiettivo Museo ideato dall’associazione Étant donnés presieduta dall’artista napoletano Luigi Filadoro, da anni impegnato in importanti progetti con le scuole (foto).
Domenica 3 febbraio, visto il successo, si replica, dalle 10, 30 alle 12,30 in gruppo di (massimo) 15  persone condotto dallo stesso Filadoro. Si partecipa con un contributo di 10 euro che consente di iscriversi per un anno alla newsletter dell’associazione e essere aggiornati su tutte le attività.
L’iniziativa è rivolta a operatori scolastici e a tutti quelli che si occupano di didattica, per un apprendimento continuo, partendo dal concetto che i musei sono luoghi di formazione artistica. Ma chiunque abbia come faro la creatività può essere tra i partecipanti.
Ecco il programma completo: il 17 febbraio sarà il Museo Madre- Fondazione Donnaregina in via Settembrini 79 ad accogliere i visitatori nelle sale della sua collezione permanente. Il 17 marzo ci si potrà tuffare nelle opere contemporanee ospitate dal Museo di Capodimonte, mentre il 14 aprile sarà la Certosa con il Museo di San Martino a spalancare le porte sulle sue meraviglie. Infine, il 19 maggio l’opportunità di passeggiare nel Museo del Novecento a Castel Sant’Elmo con panorama mozzafiato e il 9 giugno il Museo archeologico nazionale sarà scenario dell’appuntamento finale con la magnifica collezione Farnese e le mostre temporanee.
Accanto alle visite guidate, una sorpresa per le famiglie: domenica 10 febbraio, alle 10, 30,  Filadoro  inaugurerà alla certosa di San Martino la serie dei laboratori che il museo dedica ai bambini accompagnati dai genitori… Per una immersione totale nei colori dell’arte.
Per saperne di più
www.obiettivomuseo.it

 

 

RISPONDI