…E parlammo… Ispirato a Eduardo De Filippo, alla sala Rari della biblioteca nazionale di Napoli. Venerdì 7 aprile, alle 17. Lo spettacolo è messo in scena dalla Riggiola con Anna Maria Ackermann, Adriana Carli, Bruno Minotti, Francesca Liguori, Cipriano Magliulo, Rosamaria Sigillo, Chiara Carnevale, Andrea Sorrentino Realizzazione scenica e luci Chiara Carnevale, Francesca Liguori, Cipriano Magliulo, Elenora Marcolini, Rosamaria Sigillo, Andrea Sorrentino. Costumi di Mariarosaria Donadio. Video e regia di Adriana Carli. L’evento sarà introdotto da Francesco Mercurio, direttore della Bibloteca Nazionale di Napoli Ingresso libero fino ad esaurimento posti (tel. 0817819231).
Spiega l’attrice e  regista: «L’incontro mancato con Eduardo si può dire che sia stato dettato da una valutazione affrettata all’epoca giovanile, quando avevo una visione del teatro che mi portava lontano dal suo mondo teatrale, solo dopo avrei capito che il teatro può essere solo “buono” o “cattivo”, forse era questo che volevano dirmi gli occhi magnetici di Eduardo in un lontano e casuale incontro nel suo camerino. Parecchi anni dopo, forse nel 2000, volli fare uno spettacolo che si chiamava “Zona Eduardo – Sottosuolo” che si muoveva nell’humus di una Napoli sotterranea dove Filumena Marturano si collegava con Yerma, Medea e tutte le donne nell’ambito della maternità. Oggi l’incontro con Anna Maria Ackermann, grande attrice eduardiana e non solo, ha scatenato in me la voglia di immergermi con lei nel teatro del De Filippo, cogliendo dalle sue opere alcuni personaggi femminili, tra ironia, comicità e drammaticità».
Sottofondo musicale della pièce: la canzone amata da Eduardo, Uocchie c’arraggiunate. Interpretata da Francesco Albanese, Consiglia Licciardi, Giacomo Rondinella, Maria Nazionale, Peppe Barra, Roberto Murolo, Claudio Villa, Ernesto Radano, Eduardo De Filippo.