Un’oasi nel paesaggio lucano. Un’artista napoletana che , quando non abita in citt , vive nei dintorni, in una casa dall’atmosfera fiabesca, sottolineata da un piccolo bosco, sulla sponda di un fiumicello. Un’amministrazione comunale volenterosa, attenta a coinvolgere turisti e abitanti con le proprie iniziative. Cos nasce la manifestazione “Chi cerca… crea” che si terr  domenica 11 agosto, a partire dalle 9. Seconda edizione di una festa di arte e ambiente che ha come scenario Maratea (in provincia di Potenza), in particolare una porzione della sua frastagliata costa, la secca di Castrocucco, luogo incantato, tra l’acqua cristallina e i profumi di una meravigliosa vegetazione. Ideatrice e organizzatrice, Carla Vipareli, artista eclettica e prolifica, affascinata dai misteri della vita e della natura.
L’idea prende corpo l’anno scorso, quando la consigliera comunale Rosa Brando vuole coinvolgerla nel programma estivo che prevede un’estemporanea di pittura. Lei dice s, ma solo se l’amministrazione è disposta a cancellare la formula “estemporanea di pittura”, accettando la sua proposta. E il numero degli iscritti (che si registrano gratuitamente) s’impenna, da 4 a 70. « Il successo-spiega Carla- lo abbiamo raggiunto grazie ai proprietari dell’area dove abbiamo lavorato, Antonio Fulco e la sua famiglia, che ci hanno ospitato con grande disponibilit … è una zona naturalisticamente intatta, c’è un’area alberata (con una favolosa immane quercia secolare) e tutto il lungomare con scogli pieni di tutto quello che il mare dona durante le mareggiate e che resta l  perch le rocce affioranti rendono impraticabile sia l’attracco sia la permanenza di lettini e ombrelloni».
Sono regali marini che diventano oggetto d’ispirazione delle opere di chi partecipa, bambini (dai 6 ai 12 anni), ragazzi (dai 13 ai 18) e adulti (turisti di passaggio e persone del posto), abbracciando la creativit  tra pittura, scultura, fotografia, scrittura. E trascorrendo una giornata per il piacere di stare insieme, ma “sparpagliati”, ciascuno nel proprio angolino, scrivendo, armeggiando con legnetti, sassi, conchiglie, matite, spago, colla, colori o girovagando con la macchina fotografica (c’è anche un computer per scaricarne i file). Condividendo pinza e martello, per mettere insieme materiali differenti.
Premi per tutti, offerti dal Comune. A ciascuno dei più piccoli, un riconoscimento. Per il vincitore, tra gli adulti (l’anno scorso livornese in vacanza con la famiglia) è in palio una somma di 500 euro. Al primo classificato dei junior, l’opportunit  di aggiudicarsi una “cassetta extralusso di belle arti “. Obiettivo raggiugere il numero di cento iscrizioni. Per aderire a una maratona della creativit . Collegando tra loro cose diverse. E sprigionando un’energia positiva. A volte, l’arte protegge. Come è successo nell’estate 2012. Pochi giorni dopo l’evento, un’incendio ha distrutto la collina, fino alle rocce. Senza intaccare la zona dove si è svolta la rassegna. Prodigio della fantasia.

La giuria, presieduta dal sindaco di Maratea, Mario di Trani è composta da Antonietta Guarino, Domenico Cipolla, Oreste Lo Pomo e Carla Viparelli. Domenica 11 agosto, alle 21.30, premiazione in piazza Mercato, nel centro storico di Maratea. Chiuder  la festa, il concerto jazz di Marco Zurzolo Quartet

Clicca il video
www.youtube.com/watch?v=Glx9tky33qY

Nelle foto, la quercia secolare di Castrocucco e la locandina della manifestazione