Qui sopra, Michela Ricolfi, ambacsiatrice in Umbria di di "EnterprisinGirls. In alto, Palazzo dei Priori a Perugia
Qui sopra, Michela Ricolfi, ambasciatrice in Umbria di “EnterprisinGirls”, associazione presieduta da Francesca Vitelli. In alto, Palazzo dei Priori a Perugia

Donna, avvocata, madre. Con una mission nella vita: essere indipendente, sempre.  E nella sua indipendenza/capacità di creare contatti, anche ambasciatrice per l’Umbria dell’associazione partenopea, con respiro nazionale,  EnterprisinGirls. «La crescita e lo sviluppo delle persone e dei territori – spiega Michela  Ricolfi, originaria di Savona, napoletana d’adozione  con residenza umbra (a Orvieto) – passano, necessariamente, per la costruzione di reti, da soli non si va da nessuna parte. Ho sempre avuto l’attitudine alle relazioni e incontrare persone che, come me, ci credono è stato ed è stimolante. È faticoso perché di rete se ne parla molto ma nei fatti se ne fa poca, la maggior parte delle persone è individualista e pensa di poter fare meglio da sola».
Conferma questa attitudine a intessere energie positive, dando slancio allo sviluppo in tutte le forme, la sua partecipazione, proprio come e-girl ambasciatrice in Umbria , al doppio appuntamento di martedì 26 settembre, nella sala dei notari di Palazzo dei Priori, a Perugia. Un evento organizzato dall’associazione Fabbrica  del pensiero creativo in collaborazione con  lo studio legale Petruccelli Rosa per presentare lo spettacolo, alle 21, “Al di là dell’amore”  diretto da Nando Tucci (il testo e le poesie sono di Rosa Petruccelli), preceduto, alle 17.30, dal convegno su “Narcisismo patologico e dipendenza affettiva”. L’iniziativa è patrocinata da  Comune e Provincia di Perugia insieme alla Regione Umbria.
Un modo innovativo per affrontare un tema forte, di bruciante attualità, coniugando l’aspetto giuridico/psicologico con la possibilità artistica. 
Il narcisismo patologico è quel comportamento di un individuo in grado di intendere e di volere che, consapevolmente, con i suoi atti cerca (e spesso riesce) a distruggere la stabilità mentale delle proprie vittime, quasi sempre partner affettivi.
Tra i saluti istituzionali, quello del sindaco Andrea Romizi e della consigliera  regionale di parità Elena Tiracorrendo.  Al termine del convegno (con tre crediti formativi per gli avvocati che vi parteciperanno), seguirà un seminario a numero chiuso, condotto  da Pier Pietro Brunelli, autore del libro Se lamore diventa un inferno (Rizzoli).
Per informazioni e prenotazioni
te.320 0656645
rosa.petruccelli@studiolegalepetruccelli.it
 www.studiolegalepetruccelli.it