Kestè… ma non solo. Chiude la stagione espositiva del Klab Kestè Laboratories, per l’occasione negli spazi del Kestè D’Inner (Corso Umberto I 51/a Pozzuoli) e Kestè Napoli (Largo San Giovanni Maggiore Pignatelli), contemporaneamente verr  esposta, fino al 15 settembre, una grande collettiva che riunisce i quaranta artisti della stagione 2008/09. br>Un’unica grande mostra che diviene motivo d’incontro, raffronto e relazione tra i diversi artisti.
Spiega l’organizzatore e curatore Fabrizio Caliendo: “Il Kestè, oggi Klab, non è una gallery, bens un "pop" space. L’idea è stata vincente sin dal 1997, con l’apertura della struttura di Pozzuoli, luogo che ha sempre dato spazio all’arte, per "commercializzarla" nella misura in cui lo spazio espositivo, gli organizzatori, gli espositori non appartengono al consueto sistema”.
Un luogo creato da giovani per giovani, che possa essere un punto di riferimento per artisti che non riescono ad avere occasioni per promuovere la loro arte, una vetrina che punta sulla napoletanit  e sulla gioventù sia degli artisti sia dell’utenza.
Obiettivo del Kestè è di investire sulle potenzialit  di giovani artisti esordienti a cui altrove viene negata la possibilit  di farsi conoscere, e di entrare a far parte di quel mondo, ristretto ed elitario, in cui non basta avere doti artistiche, originalit  e capacit  creativa.
Spiega Caliendo: “Il bello del Kestè è che è un banco di prova per gli artisti, i quali vedono le loro opere non solo apprezzate e giudicate da addetti al lavoro e da critici, ma da un variegato pubblico che diviene fruitore e spettatore inconsapevole”. Annuncia inoltre un futuro progetto di un book che testimoni l’attivit  artistica, svoltasi fino ad ora, da diffondere e divulgare all’estero per esportare la giovane linfa artistica napoletana anche in terra straniera.
A Pozzuoli saranno esposti i lavori di
Adelaide Di Nunzio, Antonio Zambardino, Claudio Morelli, Roberto Salomone, Giuseppe Carotenuto, Francesco Pischetola, Salvatore Esposito, Sandro Maddalena, Claudia Nuzzo, Giuseppe Barbato, Francesca Rao, Sara Trapani, Claudia Giglio, Manuela Intartaglia, Piero Quaranta, Francesco Ciotola, Raffaele "Fefè" De Simone, Marco Somma, Stefania Simona Bonomo, Raffaello Magri, Daniele Sepe, Sergio Aletta, Andrea Scoppetta.
A Napoli esporranno i loro lavori gli artisti Davide “Il Giallo” Adamo, Marianna Canciani, Alessandra Pirera, Luca Schettino, Alessandro De Falco, Fabrizio Caliendo, Alfonso Davide Pinelli, Paolo Bosso, Flaviana Frascogna, Laura Pacelli, Marco Somma, Souleymane Drame, Rino Sorrentino, Emilio Rizzo, Filli Filosa, Paolo Apuleo, Giuseppe Falconi, Simona Bassano Di Tufillo, Andrea Scoppetta.

Nelle foto, tre dei lavori in mostra