Eduardo Artefice Magico (foto di Francesco Squeglia) chiude l’autunno danza al San Carlo. Con la coreografia di Francesco Nappa, va in scena l’omaggio al grande Eduardo De Filippo nel trentennale dalla scomparsa del grande drammaturgo partenopeo, il 29 e il 30 ottobre ore 20,30.
In scena nel maggio scorso, con “Eduardo, artefice magico”, produzione del Teatro di San Carlo al San Ferdinando,Nappa, danzatore, pittore e compositore partenopeo, torna al Massimo, a confrontarsi con il mondo di uno dei più illustri esponenti del teatro novecentesco.Protagonista il Corpo di Ballo del Teatro di San Carlo.
«Mi sono lasciato ispirare da poesie, commedie e alcune delle frasi del grande Eduardo racconta Nappa e ho sviluppato questo lavoro seguendo la scia delle emozioni. Il mio è un tentativo di riportare il lato umano, poetico, comico, nostalgico di questo grande artista. Per farlo ho utillizzato come fil rouge che lega quattordici scene, proprio la poesia delle sua arte dalla maschera di Pulcinella, che Eduardo interpretò più volte, all’intramontabile simbolo del caffè, dalla tormentata relazione tra Filumena Marturano e Domenico Soriano, a continui richiami di capolavori come “Natale in casa Cupiello” a “Sik Sik l’artefice magico” ».
L’artista napoletano Alan Würzburger ha musicato per l’occasione una delle poesie di Eduardo, "L’ammore ched’ ‘è", e "A nuttata", in riferimento alla famosa frase “Adda pass  ‘a nuttata” da "Napoli milionaria".

EDUARDO, ARTEFICE MAGICO
Ideazione e coreografia Francesco Nappa
Musiche Clint Mansell, Peter Broderick, Guerino Et Son Orquestre Musette, Piero Piccioni, A Brocken Consort, Max Richter
Scene e costumi Francesco Nappa
Disegno e video Gilles Papain
Cantautore Alan Würzburger
Corpo di Ballo del Teatro di San Carlo
Produzione del Teatro di San Carlo

biglietti da 15 a 30 euro
per saperne di più
0817972202 301 biglietteria@teatrosancarlo.it