A(s)soli Giovani è la rassegna teatrale che vedr  la luce dal 14 al 26 ottobre (nella sala Assoli, appunto, in vico Lungo teatrop Nuovo 110- Napoli). Si parte stasera alle 20. 30 con Avamposto Teatro che presenta “Condannato a morte. The punk version”.
Si tratta di un’esperienza di vita tratto da “L’ultimo giorno di un condannato a morte” (in foto, la locandina), pubblicato da Victor Hugo nel 1829. Affronta la pena capitale, una sorta di arena/aula di tribunale, dove il condannato, l’attore Orazio cerino, è in gabbia e scalpita per esprimere le sue ragioni contro quella di Stato e il senso comune della “giustizia”. Il pubblico è parte integrante della messinscena.
Lo spettacolo è patrocinato da Amnesty International e dal Giffoni Film Festival.
Officina segreta propone “Gang Bang”. Una donna, Cassie Wright, seicento uomini e un record da consegnare al mondo. Il libro di Chuck Palahniuk è un capolavoro di disperazione, dubbio e smarrimento, dipinto in uno squallido sotterraneo, sul set del porno più “porno” del mondo.
Tre uomini. Tre vite in conflitto con se stessi.
Brad Bacardi, alias numero seicento, attore di film hard ormai fuori dal giro, ha accettato di partecipare a questa gang bang che ha come protagonista assoluta l’ex moglie, Cassie Wright, per poter morire sul set. In cerca di una vana redenzione.
Si chiama “Disturbo” la proposta di Gag produzioni E K-T’ Serv .
Le statistiche sanitarie dicono che una persona su quattro soffre di qualche disturbo mentale. Pensa ai tre tuoi migliori amici, se loro sono a posto, quella persona sei tu.
Cosa hanno in comune sei persone affette dai disturbi psichiatrici più disparati e il gioco del Monopoli? Un’intensa seduta di autoanalisi inconsapevole con risvolti comici tanto più divertenti quanto è più facile ridere delle nostre nevrosi e di noi stessi.
Per Naviganti inversi c’è “Quell’ultima corsa”.
Argomentare con forza e convinzione le motivazioni che spingono gli uni a morire o quelle che illuminano di una fede inattaccabile gli altri è il motore di un discorso che porter  due uomini a conoscersi e ad entrare reciprocamente nel mondo dell’altro.
Una societ  moderna ossessionata dalla frenesia del mondo e dall’insofferenza della comunicazione, vista dagli occhi di due protagonisti che per differenti motivazioni hanno deciso di viverla da comparse, utilizzando come trampolino per un’esistenza diversa quel salto metaforico chiamato “ultima corsa”.

Per saperne di più
www.comune.napoli.it/flex/cm/pages/ServeBLOB.php/L/IT/IDPagina/25281

Info e prenotazioni botteghino@associazioneassoli.it
081.19563943 339.4290222
Biglietto 10 euro intero 8 euro under 35