Un tempo sospeso questo che stiamo vivendo, fatto di incertezze e paure, solitudine e disincanto. Per guarire da ciò, è necessario ricostituire la nostra identità e riformulare i nostri progetti. A farlo è stato Giuseppe Ottaiano, coraggioso imprenditore campano della comunicazione.
Viaggiatore per scelta e per passione, attraversando i territori meno noti della regione, vuole raccontare il bello e il buono della Campania. Dai suoi racconti, è nato uno splendido volume, “Terre d’Acque”, un’iniziativa di sensibilizzazione e divulgazione del patrimonio idrico Campano. Ci conduce lungo vie antiche, già percorse dai nostri antenati, vie che ci portano indietro nella storia e che ci dimostrano come l’acqua non solo porti vita, ma anche come la necessità di convogliarla, condurla, controllarla, abbia spinto l’uomo ad osare, ad industriarsi per farla giungere copiosa ai centri abitati, per irrigare il pingue e fertile ager campanus, e non solo.
Terra d’Acque – Campania Bellezza del Creato è un progetto editoriale che nasce con l’intento di mettere in luce un patrimonio legato a uno degli elementi che contraddistingue la regione Campania, puntando il suo obiettivo sull’elemento che caratterizza la nostra terra per abbondanza e varietà: l’acqua. Una risorsa preziosa e indispensabile per la vita dell’uomo e di ogni essere vivente: dove c’è acqua, c’è vita. È l’elemento primordiale che spegne il fuoco, scioglie la terra e assorbe l’aria. In essa scorre la nostra storia, la storia del nostro territorio. Attraverso l’acqua, e le forme che essa assume, possiamo conoscere il passato e l’evoluzione dei luoghi in cui viviamo.
L’obiettivo del progetto editoriale Terra d’Acque – Campania Bellezza del Creato è far vivere un’esperienza indimenticabile a chi sceglierà di intraprendere, attraverso un racconto fotografico, questo viaggio alla scoperta dell’acqua e delle molteplici forme che essa assume sul nostro territorio.
Acqua che rinnova, acqua che dà vita, acqua che monda, acqua che purifica, acqua che dà speranza contro un nemico invisibile, quella di cui ci parla Giuseppe Ottaiano. Basti pensare all’enorme quantità di fontane che danno origine a forme architettoniche semplici o monumentali e che accolgono i viaggiatori che percorrono gli itinerari di questa terra, alla ricchezza dei fiumi, dei laghi naturali e arti­ficiali che bagnano e rendono viva la nostra terra. L’animo, così, si rigenera alla vista di acque cristalline che scorrono da sorgenti ancora incontaminate. Le acque che attraversano la nostra regione hanno infiniti interessi, migliaia di valenze, tanti segreti e differenti storie.
Terra d’Acque – Campania Bellezza del Creato ha l’obiettivo di far vivere un’esperienza conoscitiva e formativa indimenticabile, che consente di affrontare problematiche strategiche per la vita dell’uomo sulla Terra e, quindi, di creare conoscenze fi­nalizzate alla formazione del “cittadino del mondo”: l’acqua come fonte di vita, i problemi di accesso all’acqua, le conseguenze di una mancata attenzione all’acqua come risorsa, quali inquinamento, spreco, e i rischi ad essa legati, quali alluvioni, erosione del suolo.
Proprio per la sua centralità nella vita dell’uomo, l’argomento acqua si lega inoltre a molte discipline culturali, ed è oggetto di studio in diversi settori: dalle scienze alla geografi­a, distribuzione delle risorse idriche, inquinamento delle fonti; dalla storia, e quindi il ruolo dell’acqua nello sviluppo delle civiltà antiche, alla tecnologia con la produzione di energia idroelettrica; dall’arte e dalla musica, e quindi, la rappresentazione dell’acqua nelle opere artistiche, i suoni dell’acqua, alla letteratura, il ruolo dell’acqua nei miti della creazione e nella poesia.
Il progetto artistico nasce in contemporanea alla nuova pubblicazione fotografica, di recente realizzata dall’autore, dal titolo “Terra d’Acque (foto), facente parte della Collana “Campania Bellezza del Creato” e prende vita grazie al potere del web in attesa di essere presentata al pubblico dal vivo. 180 gocce di legno dipinte da 42 artisti e oltre 100 allievi di 7 istituti artistici campani che hanno contribuito a creare, tutti insieme la prima installazione artistica collettiva dedicata all’inestimabile patrimonio idrico della Campania.
Diversi e numerosi i comuni, le associazioni e gli Enti che si sono resi disponibili ad ospitare l’Installazione artistica “Gocce d’Acqua” e a presentare la nuova pubblicazione fotografica di Giuseppe Ottaiano “Terre d’Acqua – Campania Bellezza del creato”.
© Riproduzione riservata

L’installazione artistica è interamente visibile gratuitamente sul sito web: http://www.campaniabellezzadelcreato.it/

GUARDA IL VIDEO

 

RISPONDI