Continua il viaggio nelle imprese campane che rappresentano, nei settori tradizionali, eccellenze aziendali fondate sull’innovazione di processi e di prodotti con la descrizione degli ultimi due casi presi in considerazione.

Il primo è il caso del /*Gruppo Guida*/, nato nel 1920. Il classico esempio che dimostra una /escalation/ innovativa che parte nel 1990, in coincidenza dello sviluppo delle tecnologie informatiche e dell’era della comunicazione globale.

Il Gruppo Guida concentra le sue attivit  legate al mondo dei libri nel Sud Italia. Editoria, commercio librario, servizi telematici legati al mondo editoriale, consulenza informatica e gestionale in campo editoriale e librario, attivit  di promozione culturale.

Nel 1990 nasce /*l’Associazione Alfredo Guida Amici del Libro Onlus*/ formata da un gruppo di intellettuali, docenti di ogni ordine e grado, studenti e giornalisti, ottenendo il riconoscimento della personalit  giuridica.

Le innovazioni partono proprio nel ’90 con la costituzione della societ  /Datalib Consulting s.r.l./ che fornisce servizi di consulenza in campo informatico, amministrativo e gestionale rivolti alle imprese editoriali e di commercializzazione libraria. La societ  lavora alla realizzazione delle innovazioni tecnologiche con la realizzazione di una rete informatica che collega tutte le librerie del Gruppo con una gestione centralizzata del magazzino.

Nel marzo del 1995 il Gruppo Guida, primo in Italia, crea una libreria virtuale su Internet ed un sito Web dedicato al commercio elettronico dei libri (_www.guida.it _).

Sessantasette pagine, 12 mila accessi giornalieri in media, 637 mila titoli messi in linea, 100 transazioni giornaliere comprendenti la UE, USA, Giappone, Brasile, Argentina, Australia, Malta, Kenia, Canada, Hong Kong, India e Turchia.

Alla fine degli anni ’90 il Gruppo crea il sistema di /Electronic Data Interchange/ (Scambio Elettronico di Dati) che ha l’obiettivo di non perdere il passo nell’era della “/comunit  economica globale/”. In quegli anni il Gruppo Guida ha l’intuizione di capire che la comunicazione virtuale abbatte ogni barriera fisica e mette in relazione, in tempo reale, le informazioni tra aziende, fornitori, distributori e clienti.

Da ultimo la /Guida Card/, nel 2003, che nasce con un partenariato con la Banca Sella con sede a Biella.

Per sviluppare dei servizi a valore aggiunto per il cliente si è lavorato per collegare la Guida Card al circuito Easypiù in modo da abilitare l’opzione per i clienti di scegliere ed ottenere in pochi istanti una forma di pagamento rateizzata. La prima consistente sperimentazione viene fatta con una triangolazione dei sistemi informativi degli uffici relazioni sociali dell’Alenia e dell’Ansaldo, di Guida e di Banca Sella. Tutti i libri in catalogo, in particolar modo i testi scolastici, possono essere acquistati dai dipendenti delle aziende a mezzo di un pagamento rateizzato.

L’ultimo caso riguarda il /*Pastificio Leonessa*/ che nasce nel 1974.

La pasta Leonessa è la sintesi perfetta di un’attenta selezione delle materie prime, di un processo produttivo esclusivamente artigianale e della grande creativit  di chi la pasta la ama davvero.

Il primo salto di qualit  avviene nel 1998 con il lancio del nuovo logo aziendale e con il rilancio dell’immagine del pastificio per la conquista di nuove fette di mercato.

Nel 2001, dopo un anno di esperimenti e ricerche, il pastificio avvia la linea di produzione di prodotti per celiaci. Una persona ogni 100 è affetta da celiachia, ovvero è intollerante al glutine. Il laboratorio di pasta fresca per celiaci nasce a Cercola, Comune di prima fascia a est di Napoli.

Cos il cliente può scegliere tra una vasta offerta di prodotti da consumare al banco come pasta fresca, pane, pizzette, dolci, preparati da infornare, etc., tutti senza glutine.

Nel 2002 il pastificio Leonessa sceglie un progetto di ammodernamento del packaging aziendale. Mutuando un apparato da poco introdotto per il confezionamento della frutta secca si decide di adottare il sistema /Stabilopak/ per l’impacchettamento della pasta.

Il fatto che la confezione di pasta può essere disposta in equilibrio verticale ed essendo completamente trasparente consente al consumatore di avere piena visione del contenuto del pacchetto./ /

Per finire la pasta /FiorDiGrano/ è un progetto che nasce nel 2005 per informare il consumatore finale sull’origine delle materie prime utilizzate per produrre la pasta. Il progetto vede la stretta collaborazione con l’Istituto Sperimentale della Cerealicoltura di Foggia prima e con l’Universit  di Napoli successivamente. L’obiettivo è la coltivazione di grano campano da utilizzare per la produzione della pasta e vendere, quindi, un prodotto realizzato interamente in Campania.

Il filo conduttore di tutti i 5 casi presi in esame è l’importanza della comunicazione dell’innovazione.

Informatizzazione, ricerca e sviluppo, innovazione continua di processi e prodotti, rappo            6                  «   rti di rete, scambio di notizie su provenienza delle linee di produzione e dell’origine delle materie prime lavorate, vivacit  e rischio imprenditivo, qualificazione del personale addetto, partenariati intelligenti ed innovativi, ricerca di mercati esteri e collaborazioni istituzionali, fanno degli esempi trattati il meglio che può offrire la Campania in Italia e addirittura nel mondo.