Appuntamento con il cinema francese a Napoli. Per la sesta edizione del festival Rendez-vous, luned 11 aprile focus su Emmanuel Mouret, che sar  all’istituto francese, palazzo Grenoble, via Crispi 86. Un’occasione per scoprire il regista attraverso due dei suoi film “Un baiser s’il vous plat” (ore 18.30), commedia sottile sulle “conseguenze dei baci che vengono scambiati pensando che non abbiano conseguenze” e “Caprice (20.30)”, favola agrodolce con Virginie Efira e Anais Demoustier dove il gioco dell’amore è governato dall’azzardo musicale. I film saranno prioettati in versione originale, con sottotitoli in italiano. L’ingresso è libero
Classe 1970, originario di Marsiglia, dove ambienta i suoi primi cortometraggi (Montre-moi, Il n’y a pas de mal, Caresse), d  vita a opere cariche di apparente leggerezza eppure cariche di spunti di riflessione. Un metteur en scène tra utopie e fantasmi, si distingue per il tocco le delicato, sottile ed amaro, un tono e uno humour molto personali con i quali scambiare emozioni con il pubblico.
"Un baiser s’il vous plait" (2009), scandaglia gli umori del desiderio, gli autoinganni e i dilemmi di coscienza. Quando Gabriel e Emilie si incontrano, per puro caso, non immaginano che quello sar  l’inizio di una lunga storia. Con una serie di scuse banali Gabriel convince Emilie a passare la serata insieme e quando le chiede un bacio, lei lo rifiuta. Per spiegare i motivi del suo "no" Emilie comincia a raccontare la vicenda dei suoi amici Nicolas e Judith e di quello che ha comportato il loro primo, innocente bacio. Una reazione a catena con conseguenze imprevedibili…
"Caprice" (2015), invece, abbraccia la passione danzando a passo di jazz. Clment, un insegnante, è strafelice Alicia, un’attrice famosa che lui ammira profondamente, diventa la sua compagna. Tutto si complica quando incontra Caprice, una giovane donna eccessiva ed esuberante che si invaghisce di lui. Intanto, Thomas, il suo migliore amico, si avvicina ad Alicia…