Ci mancava solo l’uragano Lucy che a detta del Sole24Ore ha costretto i carabinieri a sgombrare la Villa Comunale chiudendo i cancelli del Village.
Eppure loro imperterrite continuavano a vagare in giro per il golfo, con le loro vele strette e lunghe, gli scafi leggeri che sembrano cos precari eppure costano cifre stellari.
Tutti incantati a guardarle, tutti a chiedersi quale sia la logica nascosta dietro quegli spostamenti apparentemente casuali. Il dubbio si fa strada dentro di noi forse ci stanno prendendo in giro? L’America’s Cup si avvia verso la conclusione, bagnata più dalla pioggia che dall’acqua di mare e soprattutto innaffiata da una dose massiccia di commenti.
A partire da Luigi Cesaro, il presidente poeta che aveva detto “Il vento della Coppa America spazzer  via le nubi che in questi anni si erano addensate su Napoli", scappa qualche risata amara. Il dibattito è aperto ma va scemando, lascia spazio alla preoccupazione cosa ne sar  di Via Caracciolo e della Ztl?
E se nel giorno di Pasquetta il lungomare e la villa sono stati invasi dai cittadini, se molti hanno inforcato la bici per godersi le strade non più affollate, avanza anche il sospetto che la pedonalizzazione sia tanto piacevole quanto insostenibile, per l’inaffidabilit  del trasporto pubblico, per le caratteristiche urbane che tendono irrimediabilmente al traffico (colpa anche dei troppi cantieri).

Del resto nelle poche serate stellate la villa era deserta, meno di un centinaio di persone hanno assistito al concerto delle Sorelle Marinetti, mentre negli stand gastronomici passeggiavano pochi avventori. Un evento riuscito a met , l’unico vero entertaining è stato il lungomare ampio e luminoso, per correre, pattinare, andare in bicicletta. Dei milioni di euro spesi per il village rester  poco, la cassarmonica è restaurata a met , i napoletani continuano ad ignorare la vela, perch Napoli continua a non essere una citt  di mare. Non sono aumentati i turisti, l’evento è stato organizzato all’ultimo momento.
Negli occhi di tutti restano alcuni miracoli scomparsi i venditori di borsette false a via Caracciolo, comparsi i soldi per gli allestimenti, nel giro di un mese si è riusciti davvero ad effettuare tutti i lavori necessari. A proposito, la scogliera temporanea realizzata dalla ditta calabra non si è capito a cosa serve, visto che i catamarani sono in rada a Mergellina.

Ma facciamo festa sulle terrazze panoramiche si sono consumati lauti banchetti, fotografiamo gli skipper che girano per la citt , si riconoscono da un miglio abbronzati, con le loro giacche a vento sponsorizzate.
Perch ci piace il diversivo, perch vogliamo essere distratti, siamo curiosi di ciò che accade fuori dal nostro mondo. Quindi ben vengano eventi del genere in citt , ma luned si torna alla vita reale, e speriamo che i nostri governatori se ne rendano conto, una volta smaltita la sbornia velistica.

In foto, le vele nel golfo