Agosto boom per il Madre. Più di 4.000 i visitatori che hanno scelto il Museo d’arte contemporanea Donnaregina in via Settembrini a Napoli(in foto) per scoprire i capolavori della collezione permanente e per ammirare le mostre in corso l’ampia retrospettiva monografica dedicata a Ettore Spalletti. Un giorno cos bianco, cos bianco (organizzata in collaborazione con il MAXXI di Roma e la GAM di Torino), che si è conclusa lo scorso 25 agosto, e Francis Als. ARROTOLARE / SROTOLARE – Progetti afghani, 2010-14, la prima personale in un’istituzione pubblica italiana dell’artista belga/messicano, che si potr  visitare ancora fino al 22 settembre.

E dopo un’estate di successo, il Madre si rilancia con un fitto calendario gi  nel mese di settembre, in attesa delle prossime mostre del museo, a ottobre (Walid Raad e Per_formare una collezione #3, opening 10 ottobre; la grande retrospettiva su Lucio Amelio opening 21 novembre). Si comincia con il ciclo di mostre di Progetto XXI organizzate in collaborazione con Fondazione Morra/Museo Nitsch La scrittura visuale/La parola totale, ampio programma di mostre e incontri che inaugura il 12 settembre, e proseguir  fino al 15 gennaio 2015, indagando la storia della poesia visuale fra Napoli, Genova, Milano, Firenze, Roma e l’ambito internazionale, a cura di Giuseppe Morra, con una sezione riservata ai giovani artisti, PRE POST ALPHABET, a cura di Eva Fabbris e Gigiotto Del Vecchio, concepita come avvicinamento tra le opere degli iniziatori e delle figure cardine della poesia visiva e il modo di operare di alcuni artisti di generazioni successive. Tra gli eventi previsti il 12 settembre, a partire dalle 1730, la mostra Henri Chopin/Arrigo Lora Totino. Introduzione alla poesia visuale uno scenario internazionale (12 settembre 12 ottobre 2014, Museo Nitsch, vico Lungo Pontecorvo 29, Napoli). Sempre nell’ambito di Progetto XXI anche la mostra monografica di Franco Vaccari, organizzata in collaborazione con Fondazione Morra Greco, che inaugurer  il prossimo il 9 ottobre, dalle ore 1900, presso gli spazi di Largo Avellino.

Denso anche il programma di eventi musicali, didattici, gastronomici e cinematografici . Di seguito il calemdario.

Gioved 11 settembre, dalle ore 2200 alle 0200 (Cortili)
AudioVisual – sound-video-meeting@MADRE

Rassegna promossa dalMadre e curata da Spazio Nea e Intolab AudioVisual, performance musicali interattive con il pubblico. Appuntamento con il progetto THE PLUGGER, “BERLIN_2014”. Il loro disco di debutto This is Not a record, ha suscitato clamore per aver inventato un nuovo genere musicale, il PLUG suoni e parole completamente riciclati sezionando nota per nota l’intera discografia di un’icona della musica e ricomponendola a proprio piacimento in una nuova canzone, con testo e musica originali. Plugger ha rivoluzionato i live show introducendo l’interattivit  audiovisiva totale ed in tempo reale con il pubblico attraverso gli smartphone ogni performance è unica perch gli spettatori possono, attraverso l’app per iPhone Pluggerofficial, suonare in tempo reale con la band, diventando parte attiva del concerto semplicemente premendo un tasto sul proprio telefonino.


Gastrosofia

Domenica 14 settembre (dalle ore 1000 alle ore 1300), il MADRE, nella sala delle Colonne (primo piano) ospiter  Gastrosofia, tappa conclusiva di Anima Mundi, conoscenza in movimento, tre giorni di eventi dedicati alla conoscenza nell’ambito del Forum universale delle culture. Gastrosofia è una libera interpretazione del pensiero filosofico e antropologico di Michel Onfray, tenuto dalla professoressa Annalisa Di Nuzzo e dallo chef Gino Cammarano. Il confronto/incontro è organizzato dall’associazione Festival della Filosofia in Magna Grecia presieduto da Giuseppina Russo e dall’associazione Alef presieduta da Angelo Cirasa.

Mercoled 17 settembre
#AskACurator su Twitter

Per un giorno il popolo cinguettante di Twitter potr  parlare con i curatori dei principali musei del mondo, un “incontro diretto” per soddisfare le proprie curiosit  sul mondo dell’arte, scoprire interessanti aneddoti che si celano dietro l’allestimento di ogni mostra o semplicemente vivere più da vicino l’esperienza curatoriale. L’iniziativa è promossa da @MarDixon, indiscussa protagonista del mondo del digitale museale, con un forte e qualificato seguito internazionale. Hanno gi  aderito all’iniziativa 335 musei di 34 paesi. Per il museo sar  Eugenio Viola (Curator at Large) a rispondere alle domande degli utenti di Twitter (@Museo_MADRE).

Gioved 18 settembre, ore 1900 (Sala Re_pubblica Madre)<
L’Irpinia che guarda il mare

Gioved 18 settembre, alle ore 1900, nella Sala Re_pubblica Madre verr  presentato il documentario di Nicolangelo Gelormini L’Irpinia che guarda il mare , inserito nel “Sistema Irpinia per la cultura contemporanea”, un progetto promosso dal Comune di Mirabell            6                 è« «    oè  á«sptBLlibrineBlinkBBd dBd d«BpGBB«7Be«BEBBèMODEBHlèNOèBB» OJBe
BtnBBBBRpeBKKKBYBBTBB DBeS pHKBUNIONBLBB time B e
BEBTB pMBSUPERBS swe7BBBBE
B7BlBKBpDnK
BB»EWHEREUSINGB B B»RLIKERESETBeNULLBSHAREBSLAVErBPSIGNMIDptkoi8uBBBBRTRIMeROWS pBtxxïïxxxxxxxxxxxxx xxxxxxxxxxxxxáá    BáØ Bt  B       «t Bt BáØ  « B K  B      B î K« 
   B    BØt K  t 
   B B  èî B è èî B  î î B»   B  è  —t  Bt   B î èî B  B   B B  è B    îBa Eclano (Avellino) e finanziato dalla Regione Campania, sotto la direzione artistica di Maria Savarese, che ha ricevuto il Matronato della Fondazione Donnaregina per le Arti contemporanee di Napoli e il patrocinio dello Ied, Istituto Europeo di Design.

Venerd 26 settembre, ore 1800 (Scale Quartiere Montesanto)
Q. I. Vedo Sostenibile

Venerd 26 settembre (ore 1800) sar  presentato alla stampa Q.I. Vedo Sostenibile, progetto espositivo a cura di Adriana Rispoli, in cui 12 artisti nazionali ed internazionali interpretano con il linguaggio video i temi dell’ambiente e dell’ecosostenibilit  e del rapporto uomo-natura proiettando messaggi visivi su un muro monumentale trasformato in schermo permanente nel cuore del popolare quartiere di Montesanto a Napoli. A seguire, alle 1930 proiezione di Cycling the frame (1988) e The invisible frame (2009) di Cynthia Beatt con l’attrice Tilda Swinton. Q.I. Vedo Sostenibile, prodotto dal Forum Universale delle Culture, in collaborazione con Goethe Institut e Accademia di Belle Arti di Napoli, ha ricevuto il Matronato della Fondazione Donnaregina per le Arti contemporanee.

Venerd 26 settembre, ore 2030 (Primo Cortile) Teatro di San Carlo al Madre Concerto di Sofia Gubajdulina e Arvo Prt

Venerd 26 settembre, con inizio alle ore 2030 presso il Primo Cortile del museo, il suggestivo concerto del Teatro di San Carlo, che per la prima volta interviene al museo MADRE due fra i più importanti autori della ricerca musicale contemporanea provenienti dall’Est europeo Sofia Gubajdulina in Sieben Worte (Sette ultime parole) per violoncello, bayan e archi e Arvo Prt in Adam’s Lament (Lamento di Adamo), per coro e archi. Due talenti internazionali, insigniti entrambi dalla Japan Art Association con il prestigioso Premio Imperiale, per la categoria Musica nel 1998 Sofia Gubajdulina e quest’anno Alvo Prt. Un doppio concerto di musica contemporanea eseguito dall’orchestra e dal coro del Teatro di San Carlo, nel cortile d’onore del museo MADRE, a cura di Maurizio Squillante, diretto dal Maurizio Agostino con Salvatore Caputo (Maestro del coro), Luca Signorini (Violoncello) e Ivano Battiston (Bayan). La partecipazione prevede il solo acquisto del biglietto di ingresso al museo. Prenotazione telefonica obbligatoria (partecipazione possibile fino ad esaurimento posti). Per informazioni e prenotazioni, a partire dall’8 settembre (luned-venerd, 0900-1800; sabato, 0900-1400) Tel. + 39 081 19313016.

Domenica 28 settembre, dalle 1030 alle 1330 (Sala delle Colonne)

Domenica 28 settembre, dalle 1030 alle 1330 presso la Sala delle Colonne al primo piano si dar  spazio alla fantasia con Famiglia MADRE, il laboratorio didattico per i bambini dai 5 ai 10 anni e i loro genitori alla scoperta della collezione in progress del museo. Inoltre, per tutto il mese di settembre il Dipartimento di Educazione del museo MADRE offre un programma di visite didattiche gratuite alle mostre in corso e alle collezioni, ogni sabato, domenica e luned, alle ore 1100 e alle ore 1700.