Ventesima edizione della giornata primavera Fai sabato 24 e domenica 25 marzo, alla scoperta di tesori nascosti del patrimonio nazionale artistico e paesaggistico nazionale. Più di 650 luoghi disseminati in tutta Italia , 25 solo tra Napoli e provincia. Visite libere nella maggior parte dei siti fatta eccezione per alcuni , riservati ai membri dell’associazione .
Tra i luoghi di particolare interesse si segnalano Il Teatro romano dell’Anticaglia, risalente al primo secolo dopo Cristo, palazzo Zevallos Stigliano a via Roma , che all’interno della sua pinacoteca ospita permanentemente “il martirio di Sant’Orsola” opera del periodo napoletano del Caravaggio , e la neoclassica dimora presidenziale Villa Rosebery , aperta al pubblico soltanto domenica 25, dalle 9 alle 17, con ingresso riservato ai soli soci sabato 24.
L’avvenimento prevede anche la riapertura al pubblico dopo 15 anni di palazzo San Giacomo, delle Catacombe di San Gennaro e del proto monastero di Santa Maria in Gerusalemme detto “le trentatr” a causa della limitazione della presenza monastica necessariamente non superiore agli anni di Cristo.
Tra i monumenti aperti in provincia di Napoli, spiccano la Valle dei mulini a Gragnano e il castello Mediceo a Ottaviano, per anni centro di comando della nuova camorra organizzata (Nco) di Raffaele Cutolo e adesso restituito al pubblico .Tutte le visite che non richiedono l’iscrizione al Fai sono gratuite o a sottoscrizione libera (l’entit  della donazione è volontaria).
Ad accompagnare i visitatori aspiranti guide reclutate da numerose scuole dell’area che dedicheranno la loro giornata al monumento prescelto. Oltre ai luoghi di interesse storico-artistico si segnala anche la biciclettata organizzata in collaborazione con la Fiab (federazione italiana amici della bicicletta) che parte sabato 24 alle 9 da piazza del Plebiscito e si sposta verso est raggiungendo le pendici del monte Somma, Villa Augusta a Somma Vesuviana e il palazzo Mediceo di Ottaviano contemplando anche una visita ai siti di Pollenatrocchia

Per saperne di più

www.giornatafai.it

In foto, Villa Rosebery e Palazzo Mediceo di Ottaviano