"Sposiamoci". l’evento promosso dall’associazione Enterprisingirls gioved 29 ottobre, nell’atelier AlbaChiara (alta moda sposa e prt- -porter, in via Toledo, 329- Napoli) dalle 10 alle 19. Make up, dettagli preziosi dei gioielli di stile alle nuove tendenze 2016, servizio fotografico, romanzo del giorno più bello della vita. Tutto questo e altro propone l’iniziativa che reinventa il concetto di matrimonio rivolgendosi alle coppie di oggi coppie che non intendono rinunciare al gusto e alla moda ma vogliono conciliarlo con l’eleganza innata delle creazioni artigianali.
Un’occasione per incontrare professioniste del settore, insieme, in un’unica giornata e a completa disposizione degli ospiti. Tra loro, Sara Lubrano per Sara Lubrano Gioielli artigianali, Maria Siricio per Arte di Creare, Marina Orlando per il laboratorio di ceramica Mavalù, Chiara Natale per Chiara Natale wedding photographer in Italy, Anna Rosa Di Penta-make up artist, Camilla Castaldo come wedding &event planner, Daniela Chiariello per Activart (azienda impegnata nella comunicazione multimediale), Ornella d’Anna per LadyO (giornale online dedicato all’universo femminile), Amarelli per la liquerizia, Weimè per l’artedesign.
Enterprisingirls, fondata dalla consulente aziendale Francesca Vitelli (che la presiede) con un gruppo di imprenditrici e professioniste, grazie a un’idea che prende corpo in una calda sera d’ottobre nel 2014, si pone l’obiettivo di fare rete per confrontarsi, svilupparsi, portare un cambiamento positivo nella vita di altre donne, migliorare le condizioni economiche e sociali all’interno delle comunit  in cui operano. Ispirata da tre principi independence, caratteristica comune di tutte le associate e fulcro delle attivit  di sensibilizzazione; empowerment, dalla consapevolezza del proprio potenziale al rafforzamento dell’identit  delle comunit ; relationship, le relazioni interpersonali come leva di crescita.

Per partecipare, prenotarsi telefonando al numero 08119571436

Per saperne di più
www.enterprisingirls.com/

Nelle foto, in alto, una scultura in gesso firmata dall’artista colombiano Fernando Botero. In basso, i loghi dell’evento e dell’associazione