La Galleria Al Blu Di Prussia (Via Gaetano Filangieri, 42) conferma la sua centralit  nel panorama artistico partenopeo proponendo una nuova mostra che segue la bella personale “Filmnero” di Roberto Paci D’Alò. Protagonista, questa volta una donna la napoletana Anna Fusco, non ancora quarantenne. Titolo intrigante, in inglese “I’m Crazy, Crazy For Feeling So Blue…” per l’esposizione che si inaugura domani (gioved 26 maggio) dalle 18 alle 20.30.
Al centro del suo lavoro creativo, come spiega lei stessa, la decadenza che riesce a esprimere nel suo duplice significato. Non solo come invecchiamento e degenerazione del corpo, ma anche in quanto rinascita e rinnovamento ” un mare che non si ferma mai”.

I 15 disegni, le sculture, i video e l’ installazione si muovono in un affascinante connubio tra alchimia e arte.
Costruendo simboli misteriosi ma anche figure geometriche che trovano inaspettate soluzioni nell’armonia di un fiore, per esempio. Bianco e nero emotivo negli acquerelli che riescono a intrecciare l’immediatezza grafica con la forza introspettiva, sull’altalena di nitidezza e oscurit . Una mostra da non perdere, dove affiorano con energia mito, leggenda, antichi rituali. Mentre l’eterno femminino suggerisce la sua forte presenza. Con la capacit  di risorgere dalla tristezza e affrontare la vita.

La mostra è aperta fino al 25 giugno, da marted a sabato 10.30-13/16-20. Ingresso libero. Brochure della mostra in galleria, Paparo Edizioni.

Per saperne di più

www.annafusco.it

Nelle foto, due lavori in mostra