“Chi è disposto a sudare, faticare, mettere tutta la forza che ha nella creazione di questa libreria?” queste sono state le prime parole da me dette ai ragazzi dell’istituto Vittorio Veneto. Con mia grande sorpresa, invece di sbadigliare, molti di loro hanno alzato la mano. Da questo punto è partito un lavoro costante e faticoso, durante il quale, tra sorrisi e giochi, in soli dodici giorni, utilizzando materiale di riciclo e fantasia, ragazzi di sedici e diciassette anni sono riusciti a realizzare una libreria, la prima libreria a Scampia dopo 37 anni di assenza e silenzi, la prima in Italia all’interno di una scuola, la prima gestita totalmente da ragazzi. Tutto ciò non sarebbe stato possibile senza la presenza di una preside illuminata, Olimpia Pasolini, e di due professori, fari e mentori per questi ragazzi, Claudia Rivoli e Cosimo Cantarella.
Tra gli scaffali, oltre alla Marotta&Cafiero, solo case editrici indipendenti Ad est dell’equatore, Caracò, Homo Scrivens. Questo per permettere ai giovani coinvolti nel progetto di comprendere quanto il mondo editoriale indipendente sia vivo e ricco di piacevoli sorprese. I grandi classici sono affidati invece al bookcrossing 2.0, un bellissimo baule, anch’esso realizzato dai ragazzi, che contiene tantissimi classici della letteratura italiana e non. I ragazzi, grazie al baule, possono scambiare libri e consigliare ai propri compagni le letture che li hanno maggiormente colpiti.

Il progetto non si conclude con l’inaugurazione, ma prosegue con vigore. I libri presenti sono a disposizione del pubblico per un’esposizione permanente volta al coinvolgimento di tutto il quartiere;
guide d’eccezione i ragazzi stessi che illustreranno agli ospiti il progetto. La scuola organizzer  inoltre incontri con scrittori, editori, editor per dare la possibilit  ai ragazzi di conoscere e incontrare personaggi di rilievo in campo letterario ed editoriale. Non solo i ragazzi parteciperanno agli eventi, ma, sotto la guida e la supervisione mia e dei loro professori, impareranno a gestire sia l’esposizione sia gli incontri.
Saranno proprio gli studenti dell’istituto, infatti, a intervistare i personaggi che ospiteremo. Il primo incontro si è tenuto il primo aprile Pino Ciccarelli, sassofonista napoletano, ha presentato il suo primo lavoro letterario-musicale “Magari in un’altra vita”, edito da Marotta&Cafiero. Il nove aprile è stato il turno di Maria Bolignano, prima comica donna a vincere il Premio Troisi, che proporr  ai giovani studenti e al pubblico di Scampia il suo libro “Anche i capitoni hanno un’anima”.

Il calendario a breve prender  la sua forma definitiva. Tutte le proposte dei ragazzi, per lo sviluppo del progetto, saranno valutate e discusse assieme, in un flusso continuo di idee
per una crescita costante, volta a rendere sempre più indipendenti questi giovani librai e a dar loro, grazie anche a corsi gratuiti di editoria ed editing, la possibilit  di una prospettiva concreta e alternativa nel mondo lavorativo.

Nelle foto, uno scorcio della libreria di Scampia e il logo del Marotta&Cafiero store

*responsabile Marotta&Cafiero store|Scampia
e della libreria del Bellini