Lo scorso 3 febbraio l’assessore comunale alla cultura, Antonella Di Nocera, ha siglato a Roma un protocollo d’intesa con i rappresentanti istituzionali di Roma, Firenze e Venezia, per creare un circuito di citt  d’arte, allo scopo di programmare iniziative congiunte di promozione del territorio.
Una buona notizia che si speriamo si evolva al più presto in iniziative concrete, per i visitatori e per i cittadini, che nel frattempo possono contare sulla forza di volont  di chi, a Napoli e dintorni, continua a lavorare sulla promozione culturale, senza clamore ma con costanza. Ecco dunque qualche dritta per i coraggiosi che non temono le basse temperature e sono in cerca di “ossigeno culturale”. La galleria Movimento Aperto (Via Duomo 290/c) di Ilia Tufano, a conclusione della mostra di Antonio Barbagallo “Nomina nuda tenemus” ospita l’8 febbraio alle 17.00 l’incontro dal titolo L’arte a confronto con l’invisibile, con interventi di Anna Perrotta, Rosario Pinto, Maurizio Barretta, Italo Nobile. All’istituto francese Grenoble si è aperta da poco la mostra fotografica di Maurizio Del Santo Il corpo Natura l’esposizione sar  visitabile fino al 26 marzo e sar  accompagnata da una serie di incontri, tutti i luned alle 18.00 con approfondimenti su tutti gli aspetti della cultura francese, dalla letteratura alle arti. Dalla Francia alla Cina il Pan ospita fino a domenica 12 Milleunacina, festival della cultura cinese in tutte le sue espressioni cinema, foto, arti visive, musica, reading letterari, cucina. Appuntamenti tutti i giorni dal Fengshui all’arte della tavola, dalla calligrafia alla cerimonia del tè.

Intanto a Nola, la sede di Banca Sella ospita la mostra Nei sogni cominciano le responsabilit , prima personale dell’artista rietino Luca Vannozzi, dedicata al tema del sogno. A cura di Monnalisa Salvati, sar  visitabile fino al 15 marzo.

Nelle immagini, due opere di Luca Vannozzi, in mostra a Nola