Metti i posteggiatori in un museo. Il museo è il museo per eccellenza di Napoli, l’archeologico, situato nel cuore della citt  dove respira la vita e il contatto con cittadini. Un museo antico che intercetta le vibrazioni del contemporano promuovendo un costante dialogo con i cittadini, senza intimorirli con i capolavori che espine e le tante mostre che organizza.

E il gioved sera d  appuntamento con “Le Arti in giardino. Tra mito e natura”.
Sul palco questa settimana, il 9 giugno, dalle 20 alle 23, I posteggiatori tristi con il concerto che prende il titolo dal loro lavoro discografico, "E nulla cambier ". Frizzante evento musicale che rivisita il repertorio della canzone napoletana, con brani originali, giocando tra comicit  nazionale e internazionale. Attraverso rocambolesche interpretazioni comico-teatrali e spregiudicati arrangiamenti musicali tra tango, swing, macchiette e musica Classica, proponegono due ore di leggerezza dando spazio all’interazione con il pubblico.
Il gruppo nasce dall’incontro tra Pietro Botte (in arte Karamazov, voce) e Davide d’Alò (in arte Severo Lapezza, clarinetto). Due mondi, quello del teatro e della musica, che si incrociano per rinnovare la posteggia napoletana, ovvero l’arte di esibirsi tra ristoranti e pizzerie. Ne viene fuori un esibizione un po’ clwnesca con personaggi malinconici o ipocondiacri, ma all’insegna del puro divertimento.

Al concerto si accede con il biglietto di due euro che si acquista al museo

Per saperne di più
0814422276- 0814422275