Un libro per ridefinire e dare il giusto peso all’antica arte del disegno, vero strumento di indagine sulla relazione tra forme e psiche della natura umana. Giovedì 15 marzo, alle 17, l’Istituto italiano per  Studi Filosofici, a Palazzo Serra di Cassano, sala Mattia Preti, ospita la presentazione del libro d’artista, Di-segnare di Lucia Gangheri, con testo filosofico di Simona Zamparelli, edizioni EffEErrE. Alla presentazione, interverranno con l’autrice, Simona Zamparelli, l’editore Franco Riccardo, l’attore Rosario D’Angelo, con un testo dedicato all’artista “Semainomena la parte immateriale del segno”. A allietare ulteriormente l’evento, una performance musicale del duo di archi Michelangelo Cotrufo e Fabio Galloppi.
Per l’occasione sarà allestito un percorso espositivo, visitabile fino al 22 marzo.
Si tratta di 30 disegni di piccolo formato realizzati dall’artista con penna su carta. Lucia Gangheri ha all’attivo un ricco elenco di esperienze in ambito artistico, sia in contesti pubblici sia privati. La pubblicazione del libro nasce dall’esigenza di definire e dare uno spazio fisico alle sue memorie personali, indispensabili per comprendere la ricerca di Lucia nella sua interezza. Un punto su cui insiste la Gangheri rimarcando il rapporto di consequenzialità esistente tra produzione artistica e artista.
«Gangheri – scrive Zamparelli – intende donare la bellezza, la purezza, la sessualità, attraverso i suoi fiori, “vagine dilatate”,  talvolta contenitori di yin e yang».
In un mondo fagocitante, caotico, dove è la tecnologia e i suoi strumenti a scandire tempi e modi di interazione, l’artista fa un passo indietro, oltre la linea che separa il reale dal virtuale, per appropriarsi nuovamente del segno nella sua forma più pura.
«Come l’acqua che agita i miei pensieri -spiega l’artista – ogni piccola onda prende forma e dalla parte più profonda della mia mente, la mano senza intoppo fluida e senza meta, si muove ondeggiando, seguendo il lieve scorrere del mio pensiero e il segno come un fiore si dischiude. Ogni segno come un petalo si apre e prende forma più svariata e tratto dopo tratto il segno si dichiara».

Di-segnare-Libro visivo: il disegno parla (foto)
Istituto Italiano per gli studi filosofici
Palazzo Serra di Cassano -via Monte di Dio 14 Napoli
Giovedì 15 marzo, ore 17