Non solo coinvolgimento dei giovani, ma anche riqualificazione urbana. E’ il progetto presentato stamattina in conferenza stampa dal sindaco di Napoli Luigi de Magistris, dall’assessore comunale alla cultura Nino Daniele e dal responsabile organizzativo Luigi Marsano de I Teatrini (con Pino Miraglia e Raffaele Parisi).
Coinvolge cento giovani napoletani tra teatro, fotografia e web su una idea collettiva formulata da I Teatrini, 180 Meridiano, Murcena Teatro e Teatri di Seta e finanziata grazie al bando nazionale “Giovani per la valorizzazione dei beni pubblici”, dalla presidenza del Consiglio dei Ministri (dipartimento della gioventù e del servizio civile nazionale).

Partono venerd 16 gennaio 2015, i “Percorsi d’arte” a Piazza Forcella, struttura polifunzionale nei ristrutturati locali dell’ex Supercinema di via Vicaria Vecchia 23, (foto) attraverso il partenariato istituzionale avviato con il Comune di Napoli, in particolare con l’assessorato alla Cultura e al Turismo, gestoredell’immobile. Il progetto si rivolge ai giovani abitanti dello storico quartiere napoletano impegnandoli in attvit  culturali per diciotto mesi (da gennaio 2015 a giugno 2016).
Testimonianza, questa, di come la cultura attraversi tutta la citt , precisa il primo cittadino. Mentre l’assessore Daniele sottolinea «La struttura risanata dell’ex Supercinema che abbiamo chiamato “Piazza Forcella” è quel centro di attivit  sociali e culturali che il Comune voleva creare in uno dei suoi quartieri più centrali una realt  sempre più significativa nella vita cittadina. Lo è grazie all’impegno dell’Associazione che vi opera nel nome e nel ricordo della piccola Annalisa Durante, vittima della camorra, e poi grazie al “Teatro delle donne”, dell’Associazione Femminile-Plurale, al cineforum che stiamo per inaugurare e soprattutto a questo nuovo progetto che si avvier  nei prossimi giorni».
Al centro, dunque, la creativit . Spiegano gli organizzatori «Avvieremo nel cuore della citt  una serie di laboratori tecnici, corsi formativi, incontri di approfondimento e specifici eventi culturali, creati nel rispetto di una mission che si prefigge l’obiettivo di valorizzare la struttura, rendendo attivo e abitato questo bene pubblico. Sar  un’azione costante per favorire conoscenza, integrazione e aggregazione sociale, oltre a costituire un’efficace azione di contrasto del fenomeno della dispersione scolastica, per i giovani di questo quartiere, un tempo regno incontrastato di clan malavitosi, poi territorio di aspre e cruente azioni criminali, adesso area cittadina depressa e bisognosa di una necessaria quanto urgente riqualificazione urbana».
Obiettivo fornire ai ragazzi gli strumenti per crearsi un futuro, dando vita a imprese e cooperative culturali o entrando in realt  gi  esistenti.

I CORSI DEL PROGETTO

Il Teatro dell’immaginario – a cura de I Teatrini
laboratorio di orientamento al lavoro finalizzato alla diffusione e alla pratica del teatro rivolto all’infanzia e all’adolescenza.
Utenza 15 attori, danzatori, performers, operatori teatrali tra 18 e 30 anni
Durata Nove mesi (Quattro giorni al mese)
a cura di Giovanna Facciolo; con Giovanna Facciolo, Adele Amato de Serpis, Caterina Mancusi, Melania Balsamo, Sofia Abatangelo, Matilde De Feo.

Informatica e lavoro – a cura di 180 Meridiano
corso di informatica di orientamento al lavoro con finalit  professionalizzante
Utenza 30 minori dai 16 ai 18 anni e giovani inoccupati dai 18 ai 24 anni
Durata Due sessioni di quattro mesi (Due incontri alla settimana)
a cura di Gianluca Buonamassa e Gianni Scotti

Fare Teatro – a cura di Murcena Teatro
laboratorio teatrale e di arti sceniche indirizzato ad un percorso formativo, di socializzazione e di cultura alla legalit  e finalizzato alla produzione di uno spettacolo teatrale.
Utenza 15 ragazzi e ragazze tra 14 e 18 anni
Durata Dodici mesi (Due incontri alla settimana)
A cura di Raffaele Parisi, Antimo Casertano, Marianita Carfora, Federica Altamura, Napoleone Zavatto

Fotografia e lavoro – a cura di 180 Meridiano
corso di orientamento al lavoro di operatore fotografico con finalit  professionalizzante.
Utenza 15 minori dai 16 ai 18 anni e giovani inoccupati dai 18 ai 24 anni
Durata Otto mesi (Due incontri alla settimana)
a cura di Pino Miraglia e Daniele Dari

Di.Verso Terra di Mezzo – a cura di Teatri di Seta
laboratorio teatrale per giovani donne finalizzato all’integrazione e alla conoscenza delle diverse etnie presenti sul territorio.
Utenza 18 donne italiane e straniere da 14 a 30 anni
Durata Tre mesi (Due incontri alla settimana)
A cura di Pina di Gennaro, Elisabetta Bevilacqua, Marina Cavaliere, Serena Lauro, Alessandra Mirra