Gli anziani che restano in citt  durante i mesi estivi, anche quest’anno non saranno soli grazie al l progetto agenzie di cittadinanza voluto dal Comune di Napoli – assessorato al welfare e alle politiche sociali e dal centro di servizi per il volontariato (csv) di Napoli e provincia, le organizzazioni di volontariato e del terzo settore coinvolte offriranno i seguenti servizi
ascolto telefonico (compagnia, informazioni, segretariato sociale …);
intervento sociale (pronto intervento, compagnia, accompagnamento, disbrigo pratiche quotidiane spesa a domicilio, pagamento bollette, acquisto farmaci, richieste certificati…);
attivit  ludico ricreative (visite guidate, incontri di socializzazione, feste, ginnastica dolce..).
Questi servizi saranno garantiti in ogni municipalit  volontari e operatori sociali si occuperanno di realizzare interventi e attivit  per favorire sia l’assistenza domiciliare sia le opportunit  di incontro e socializzazione. Il progetto, infatti, si caratterizza per l’elevata prossimit  al cittadino, per le capacit  di ascolto e intervento immediato, onde tutelarne la salute e prevenire fenomeni di isolamento e di solitudine, costituendo un supporto alle reti dei servizi professionali.
«Con il programma La solidariet  non va in vacanza- dichiara l’assessore al welfare, Roberta Gaeta – si vuole implementare un tessuto sociale caratterizzato dalla solidariet , dall’inclusione e dal sostegno, promuovendo la Citt  come “luogo di vacanza” con spazi e tempi dedicati alle persone anziane. Riconoscendo il diritto di tutti i cittadini a star bene, a sviluppare e conservare le proprie capacit  fisiche, a svolgere una soddisfacente vita di relazione, a riconoscere e coltivare le risorse personali e a essere membri attivi della societ , la citt  si pone come contesto sicuro e favorevole alle relazioni sociali, alla condivisione di interessi, per riconoscersi in gruppi anche in un periodo in cui il rischio di marginalit  risulta particolarmente alto».

«Quella con il Comune di Napoli continua a essere una collaborazione fattiva – sottolinea Nicola Caprio, presidente del csv Napoli-
La capillarit  e la prossimit  territoriale delle associazioni di volontariato cittadine favoriranno interventi tempestivi e impattanti. Anche in momenti dell’anno come questi, è necessario essere al fianco delle fasce più deboli della nostra citt . Il volontariato napoletano, quando chiamato in causa, si fa trovare sempre pronto».
Le agenzie, infatti, propongono un calendario ricco e articolato, allo scopo di rispondere alla domanda di aggregazione sociale delle persone anziane, promuovendo nello stesso tempo le interrelazioni tra generazioni e prevenendo fenomeni di emarginazione e solitudine, nell’ottica di un processo di complessiva rivitalizzazione dei territori come luoghi in cui si contribuisce attivamente alla crescita di una societ  aperta, inclusiva e solidale.

Per saperne di più
www.facebook.com/CSVNapoli

In foto, la solitudine di un anziano accompagnato da un unico compagno, il bastone