Neonati prematuri. Ogni anno, in Europa, circa mezzo milione di bambini nasce prima del tempo. Di questi,  il 63% muore prima dei 5 anni. Per sensibilizzare l’opinione  pubblica su questo tema  dal 2011, in più di 60 paesi, viene celebrata la giornata mondiale della prematurità (con European foundation for the care of newborn infants). Il 17 novembre anche Napoli le dedica un evento, dalle 16 alle 19, nella Basilica della Santissima Annunziata al Pendino, a pochi passi da Forcella, cuore storico della città.
Nessun luogo partenopeo ci sembra più adatto di questo per organizzarlo: la chiesa, infatti, fa parte del complesso monumentale costituito in origine, oltre che dalla chiesa, da un ospedale, un convento, un ospizio per i trovatelli e un casa per le orfane e per le ragazze povere  che vi trovavano rifugio ma anche una piccola dote per potersi sposare. E qui c’era anche la “ruota” degli esposti (esiste ancora) dove  le mamma abbandonavano i propri figli perché illegittimi o perché non potevano mantenerli.
Venerdì l’associazione Il bruco genitori bambini prematuri, affiancati dall’associazione EnterprisinGirls (presieduta da Francesca Vitelli) che ha messo a disposizione i premi donati dalle associate, vi dà appuntamento per una lotteria: il denaro raccolto sarà destinato a piccoli guerrieri coraggiosi che  lottano per non morire. Per aiutarli nella loro battaglia, aggrappati al sottile filo della loro vita, basta comprare un biglietto con 10 euro e partecipare all’estrazione.
Il Bruco è una onlus  nata il 28 dicembre 2006 nel reparto Terapia intensiva neonatale dell’Ospedale Santissima Annunziata di Napoli. Così genitori, personale medico e infermieristico della Tin dell’Annunziata supportano la sanità locale nel sostenere i  bambini prematuri  e le loro famiglie.
EnterprisinGirls, fondata nel 2014, individua e valorizza il talento di imprenditrici, libere professioniste e donne del terzo settore. Da Napoli si è ramificata in tutta Italia, partendo da tre principi: independence, caratteristica comune di tutte le donne ( e anche uomini) dell’associazione e fulcro delle attività di sensibilizzazione; empowerment, dalla consapevolezza del proprio potenziale al rafforzamento dell’identità delle comunità; relationship, le relazioni interpersonali come leva di crescita.
Nella giornata mondiale, dovunque vengono illuminati monumenti o punti di interesse artistico/storico con il colore viola che nel mondo simboleggia la  prematurità. I  bambini prematuri (foto) corrono un più elevato rischio di complicazioni per la salute e sono soggetti a condizioni croniche con conseguenze pericolose nel loro sviluppo e nella vita quotidiana. I programmi di prevenzione sono spesso a titolo volontario e senza una vera e propria strutturazione.
Per scoprire i premi che potrete vincere cliccate
http://www.enterprisingirls.com/giornata-mondiale-della-prematurita-17-novembre-2017.htm