Shoah, per non dimenticare. A partire da oggi, alle ore 1800, all’Institut franais Napoli (Via Crispi, 86) cominciano i ricordi della Giornata della Memoria 2014, con una serata all’insegna del cinema.
In programma l’anteprima italiana del documentario di Britta Wauer Im Himmel, unter der Erde (In cielo, sottoterra). Il film è girato interamente nell’antico cimitero ebraico, situato nel quartiere di Weissensee nell’ex-Berlino Est. Il documentario è un film sulla vita ebraica nella capitale tedesca dal 1880 ai giorni nostri.

Domenica 26 gennaio, ore 1800, apertura straordinaria del Goethe-Institut.
Conferenza, film e dibattito “Memoria e retorica della Shoah” con Nico Pirozzi, Nino Daniele, Pierluigi Campagnano, Ottavio di Grazia e Roberto Modiano.Il 27 gennaio si comincia con due appuntamenti alle 930.
All’I.C.S. “Fava-Gioia” (via Appulo) cerimonia in ricordo di Sergio De Simone, bambino ebreo napoletano morto vittima degli esperimenti “medici” in un campo nazista. Parteciper  il Sindaco di Napoli Luigi De Magistris.
All’Universit  degli Studi di Napoli Federico II (Aula Pessina) convegno dal titolo “Totalitarismo e Negazinismo”, lectio magistralis di Francesco Paolo Casavola.
Alle 1730 tutti a Piazza Plebiscito per vedere la proiezione del film “Train de vie”, segue, alle 1930, recital del fisarmonicista Generoso Viglione. Alle 2000 Mariano Rigillo legge 7 testi poetici sul tema della Shoah.
Il 28 gennaio, alle 1800, presso il Cinema Astra, il Goethe-Institut replica a grande richiesta il documentario Gerdas Schweigen (Il silenzio di Gerda) di Britta Wauer. La proiezione si svolge nell’ambito dell’ottavo Cineforum di film in lingua originale realizzato dal Centro Linguistico di Ateneo dell’Universit  Federico II.

«Da questa citt  i nazisti -dice il rabbino capo di Napoli Shalom Bahbout non sono riusciti a raggiungere i loro obiettivi, tuttavia il pericolo è sempre alla porta. Bisogna stare attenti che il razzismo, che ha molte forme, non si ripresenti sotto altre facce anche oggi».
E l’assessore all’Istruzione del Comune di Napoli Annamaria Palmieri sostiene come sia «estremamente diffusa una coscienza nelle scuole, attivamente e indipendentemente dall’essere inserite in un programma ufficiale, a favore della Giornata della Memoria».

In foto, la locandina del film Im Himmel, unter der Erde