Va in tourne italiana la Carmen vista da due napoletani, Enzo Moscato, che ne cura l’adattamento, e Mario Martone, la regia. E’ iniziata da Padova, con la direzione musicale di Mario Tronco e dopo Verona approder  al Bellini di Napoli dal 12 al 14 aprile, per proseguire al teatro Carignano di Torino dove ha debuttato in prima assoluta nel febbraio 2015 (ora vi torner  dal 26 aprile al primo maggio) e al comunale di Ferrara (dal 4 all’8 maggio). Interpreti principali Iaia Forte (nel ruolo di Carmen) e Roberto De Francesco (nel ruolo di Cose’). Con loro in scena Ernesto Mahieux, Giovanni Ludeno, Anna Redi, Francesco Di Leva, Houcine Ataa, Raul Scebba, Viviana Cangiano, Kyung Mi Lee.
E’ una Carmen dall’andatura napoletana che non muore, com’era nelle intenzioni del regista che a Moscato ha affidato la stesura del testo, ispirato, tuttavia, alla tradizione. «Ne è nato lo spettacolo che vedrete- spiega- in cui procedono di pari passo le parole di Mrime e dei librettisti Meilhac e Halvy completamente reinventate da Moscato e la musica di Bizet trasfigurata da Mario Tronco con Leandro Piccioni e l’Orchestra di Piazza Vittorio. La contaminazione è totale Napoli si pone come centro di un mondo latino fatto di nomadismi, dalla Spagna alla Francia e, via via trasmigrando, fino a Tunisi. La lingua e la musica diventano un vortice che tutto attrael’amore, la passione, il tradimento, la libert  e la violenza, l’allegria e il dolore, il mistero. Non c’è un’epoca definita (anche se sentiamo balenare tanto la Napoli del dopoguerra quanto quella della criminalit  dei nostri giorni)».
L’arrangiamento musicale è di Mario Tronco e Leandro Piccioni, le musiche sono ispirate alla Carmen di Georges Bizet, con l’esecuzione dal vivo dell’Orchestra di Piazza Vittorio con Emanuele Bultrini, Peppe D’Argenzio, Matteo Di Francesco, Kyung Mi Lee, Omar Lopez, Pino Pecorelli, Andrea Pesce, Pap Yeri Samb, Raul Scebba, Marian Serban, Ion Stanescu.
Le scene sono di Sergio Tramonti, i costumi di Ursula Patzak, le luci di Pasquale Mari e il suono a cura di Hubert Westkemper, team di affiatati artisti che da tempo affianca Martone nei suoi lavori. Le coreografie sono curate da Anna Redi; Raffaele Di Florio è l’aiuto regista e Sandra Müller l’assistente scenografa.

Per saperne di più
tel. 0815491266
Teatro Bellini, via Conte di Ruvo 14- Napoli

Nella foto, Iaia Forte è Carmen