Anche Lecce festeggia i 50 anni dalla scomparsa di Totò, nella 18 esima edizione del Festival del Cinema Europeo. E ad Antonio De Curtis il Festival, diretto da Alberto La Monica e Cristina Soldano, dedica un particolare omaggio inaugurando la XVIII edizione con l’anteprima mondiale del restauro di Chi si ferma è perduto di Sergio Corbucci, restauro realizzato a cura della Cineteca di Bologna e Titanus, presso il laboratorio L’Immagine Ritrovata, con il contributo del Festival del Cinema Europeo.
La proiezione sarà presentata dal direttore della Cineteca di Bologna Gianluca Farinelli e si terrà la sera di lunedì 3 aprile al Cinema Multisala Massimo di Lecce, e prevede la partecipazione straordinaria di Carlo Croccolo, che riceverà l’Ulivo d’Oro alla Carriera a pochi giorni dal suo 90° compleanno e che racconterà al pubblico, in un incontro moderato da Valerio Caprara, la sua lunga carriera insieme a Totò.
Chi si ferma è perduto è del 1960 ed è il secondo degli otto film realizzati da Sergio Corbucci con Totò.  Interpretato da Totò insieme a Peppino De Filippo, Luigi De Filippo, Aroldo Tieri, Mario Castellani, Lia Zoppelli e molti altri protagonisti, segue le divertenti vicende di due colleghi che vorrebbero ottenere un avanzamento di carriera che però gli viene impedito da un superiore. Alla morte di quest’ultimo i due cercano di fare tutto il possibile per entrare nelle grazie del sostituto in un crescendo di eventi esilaranti.
Realizzato dalla Fondazione Apulia Film Commission e dalla Regione Puglia con risorse del Patto per la Puglia (FSC), il Festival del Cinema Europeo è ideato e organizzato dall’associazione culturale “Art Promotion” con il sostegno del Comune di Lecce e del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo-Direzione Generale Cinema.
Riconosciuto dal Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo “manifestazione d’interesse nazionale”, il Festival è membro dell’associazione Festival Italiani di Cinema e ha il patrocinio del Parlamento Europeo, del Centro Sperimentale di Cinematografia, del S.N.G.C.I., della FIPRESCI, del S.N.C.C.I., del Centro Nazionale del Cortometraggio, dell’Agiscuola.
In foto, una scena del film con Totò e Peppino
Per saperne di più
info@festivaldelcinemaeuropeo.com
www.festivaldelcinemaeuropeo.com