Cuore giovane dell’ensemble musicale, l’Orchestra Scarlatti Junior (in foto al concerto natalizio di Montecitroio) apre il Maggio dei Monumenti: i 112 giovanissimi musicisti tra gli 11 e i 20 anni di età, saranno i protagonisti del grande concerto sinfonico di mercoledì 24 aprile alle 19 all’Auditorium ‘D. Scarlatti’ della Rai di Napoli (viale Marconi,5).
Il concerto sarà a ingresso gratuito fino a esaurimento posti e farà da prologo  alla rassegna promossa dall’assessorato alla cultura quest’anno sul tema Il diritto alla felicità: Filangieri, il Settecento, le Costituzioni.
Le ragazze e i ragazzi della Scarlatti Junior si esibiranno in un programma ricco di energia, giovialità, emozioni, dalla trascinante Farandole dell’Arlesiana di Bizet, al maestoso respiro del Canto di primavera, poema sinfonico di Jean Sibelius, a una teatrale, movimentatissima versione della Csárdás di Vittorio Monti.
La seconda parte dell’evento ripartirà sull’onda di una particolare versione sinfonica del celebre Sogno dalle Scene infantili di Schumann per poi attraversare suggestioni diverse: un’inedita, intensa versione di Here’s to You di Ennio Morricone (dalla colonna sonora del film Sacco e Vanzetti), l’Ave Maria di Piazzolla, un tango che si fa preghiera, per finire con Don Duke, omaggio sinfonico a Duke Ellington composto dal musicista napoletano Bruno Persico espressamente per la Scarlatti Junior. Dirigeranno Gaetano Russo e Bruno Persico.
Fondatore e direttore artistico della Nuova Scarlatti e coordinatore della Scarlatti Junior, Russo commenta: «In questo stesso Auditorium, dove 26 anni fa, nel marzo del 1993, la Nuova Orchestra Scarlatti teneva il suo concerto inaugurale, suoneranno ora i giovanissimi musicisti della Scarlatti Junior (che appartengono al futuro della musica della e nella nostra città) e lo faranno, e ne siamo davvero contenti, per inaugurare un grande appuntamento di socialità e cultura per Napoli come il Maggio dei Monumenti».