App gratuita accompagna da oggi ogni turista in visita a Napoli. E’ l’idea del nuovo progetto “Itinerari di Napoli” di Massimiliano Sacchetto con il patrocinio dell’assessorato al turismo del Comune guidato da Nino Daniele. Sacchetto, imprenditore nato lontano dalle pendici del Vesuvio, ma molto innamorato della nostra citt  e da anni di una donna partenopea tanto da invitare cittadini italiani e stranieri a Napoli e rendere loro una permanenza in tutta sicurezza e tranquillit . In conferenza al maschio Angioino afferma «Napoli è citt  da conoscere se si ama il bello, l’arte, la cultura. Essa, ospitale nel suo Dna sin dalle origini per ogni etnia, offre un vasto panorama della storia culturale dell’umanit  con uniche testimonianze archeologiche della civilt  greca romana bizantina normanna araba francese spagnola e del Rinascimento italiano. E’ citt  ideata per essere vissuta, godibile per clima, paesaggi mozzafiato, isole e siti favolosi, gastronomia varia che soddisfa ogni palato, musei, castelli, regge, monasteri, chiese, monumenti, teatri, metropolitane luoghi di architettura e d’arte di avanguardia».
La sicurezza per il turista è nella tecnologia del Gps. L’App, gratuita, facile, veloce, legge in tempo reale la posizione dell’utente e lo guida informandolo nella scelta del mezzo pubblico per raggiungere il luogo di suo interesse, l’itinerario da seguire a piedi, in bici, in auto. L’app, oltre a fornire varie assistenze, permette di mettersi in contatto con altri turisti per confrontarsi, scambiarsi informazioni ed emozioni 24 ore su 24. La visita in citt  diventa una esperienza unica. L’utente, anche diversamente abile, riceve informazioni artistiche storiche culturali sul monumento, chiesa, piazza che sta visitando o su eventi in corso.

Il progetto ha ottenuto il partenariato dell’Istituto Universitario Suor Orsola Benincasa,
di Citt  della Scienza, Abbac, Confesercenti Campania.

Per saperne di più

www.itineraridinapoli.it/com

redazione@itineraridinapoli.com
tel.081.189.50431

Nella foto, la chiesa di san Giovanni a Carbonara