Corti al Molino. Torna la rassegna con la seconda edizione, dopo il successo dello scorso anno. Protagonista, il cortometraggio indipendente, che mira alla valorizzazione di registi, emergenti e non, promuovendo lavori di qualità.
Sabato 18 e domenica 19 agosto dalle 21, nelle sale dell’Asilo di Montenero Val Cocchiara (IS) e negli spazi all’aperto del Momu-Molino Museo (foto). A cura di Giancarlo Giacci e Daniela Ricci, la manifestazione è organizzata dal Momu-Molino Museo (fondato proprio dalla giornalista napoletana Daniela Ricci) in collaborazione con l’associazione culturale Amici del Museo Molino. Sarà presentata dal sindaco di Montenero Val Cocchiara, Filippo Zuchegna, dai curatori e dai critici cinematografici Ignazio Senatore,Mario Franco  e Alberto Castellano e i registi Alfredo Mazzara, Gianluigi Gargiulo.

L’iniziativa è stata  realizzata quest’anno  anche grazie a un crowdfunding su  www.eppela.com e  gode del  patrocinio della Regione Molise, del Comune  di Montenero Val Cocchiara, il Matronato della Fondazione Donnaregina per le arti contemporanee di Napoli, il sostegno di Val Cocchiara Retreat di Montenero Val Cocchiara, Country House incastonata tra le montagne del Parco Nazionale d’Abruzzo, Lazio e Molise e della Banca Bper.
 Spiega Giacci: «I corti possono essere visti come delle frecce appuntite, che possono colpire in profondità con un minimo sforzo». La rassegna, infatti, punta proprio su tematiche  attuali capaci di suscitare forte emozioni.
Tra le opere in programma, segnaliamo: La barba e Da morire di Alfredo Mazzara, La Porta del destino di Alessandro Zizzo, La legge di Jennifer di Alessandro Capitani, La Giornata  di Pippo Mezzapesa, Mistereosofica fine… di Giuseppe Bucci da un testo di Enzo Moscato, Napul’è di Gianluigi Gargiulo, L’ultimo giro di valzer di Francesco Felli, Stranger di Erez Tadmor, Musica mia  di  Andrea Carotenuto, Manicure di Francesco Natale, Lei di Roberto Polito, Sensazioni d’amore di Adriano Pantaleo, Senza parole di Antonello De Leo, Ninna Nanna di Giovanni Ziberna . L’ingresso è gratuito.

Per prenotazioni:
dricci62@gmail.com cell: 347 0824165
www.molinomuseo.it

.