Il San Carlo porta per la prima volta orchestra e coro all’Aeroporto di Capodichino: tre appuntamenti per la festa europea della musica. Venerdì 21 giugno, appuntamento alle 11.30, terminal area partenze primo piano.
Si parte con I cantori napoletani ensemble vocale sorto  all’interno del coro (foto di Luciano Romano) del Teatro di San Carlo del Massimo partenopeo che sarà impegnato in un programma dal suggestivo titolo “Suoni ed echi di Napoli”, un viaggio nella canzone classica napoletana.
Alle 14 il coro di voci bianche del San Carlo, diretto da Stefania Rinaldi, con Luigi Del Prete al pianoforte sarà il protagonista di un impegnativo concerto che impagina brani tratti da opere quali Gianni Schicchi, Tosca, Bohème, Turandot di Giacomo Puccini, da Carmen di Bizet e ancora i classici napoletani nell’interpretazione questa volta delle angeliche voci dei bambini.
Alle 18, il Cinquetto, gruppo formato da cinque professori dell’orchestra del San Carlo, condurranno i passeggeri in partenza in un fantasioso percorso di riletture di pagine immortali di Bach, Mozart, Bizet, coinvolgendoli in un gioco sottile e delicato, ma di irresistibile comicità.
L’Aeroporto Internazionale di Napoli aderisce così  alla terza edizione della festa della musica, evento internazionale promosso dal Ministero dei Beni e delle Attività Culturali, e organizzata nei principali scali italiani da Enac – Ente Nazionale per l’Aviazione Civile – e da Assaaroporti. Il 21 giugno sono ben sedici gli aeroporti italiani, che proporranno esibizioni musicali di diverso genere rivolte ai passeggeri, visitatori e turisti in transito.