Una installazione fotografica (quasi) visionaria.  “Nè santi, nè eroi”, una mostra fotografica site specific (ovvero legata al luogo) allestita presso la Chiesa di Santa Maria della Misericordia ai Vergini, Napoli.
Passato e presente si intrecciano  dialogando con la Misericordiella che ritrova la propria essenza di luogo di culto con nuove pale d’altare  raffiguranti volti catturati al Borgo dei Vergini.
L’installazione, curata dal fotografo Mario Spada (membro del CFI Centro di fotografia indipendente), con il Matronato della Fondazione Donnaregina per le arti contemporanee, resterà in esposizione fino al 19 Gennaio 2020 e sarà visitabile, gratuitamente, tutti i giovedì pomeriggio e le domeniche mattina.
La mostra è frutto del progetto «Ritratti dai Vergini» proposto lo scorso maggio  dal Cfi, Centro di Fotografia Indipendente in collaborazione con lo Smmave.
Il progetto «Ritratti dai Vergini» si è svolto in due giornate intense di scatti e ha visto il coinvolgimento da una parte degli allievi dei corsi annuali del Cfi e dall’altra di gente che vive, lavora e visita l’antico Borgo dei Vergini. Per l’occasione si sono alternate davanti all’obiettivo centinaia di persone che hanno fatto emergere un affresco della società composta da varie umanità contribuendo a dare un nuovo volto a un luogo storico.
L’installazione si articola in otto grandi composizioni che fanno rivivere gli spazi lasciati vuoti dai dipinti, un tempo custoditi nella Misericordiella.  L’iniziativa ha il forte valore simbolico di riconnettere il territorio alla comunità e di riaccendere un dialogo culturale di partecipazione e condivisione.
I fotografi coinvolti nella mostra sono Mariagiovanna Capone, Valentina De Felice, Ivana Donati, Emanuela Gasparri, Ilenia Giordano, Giulia Morrica, Renata Petti, Chiara Pirollo, Massimo Polisiero, Carmen Sigillo e Guglielmo Verrienti e le loro foto formano una composizione dalla forte impronta simbolica.
Come sottolineato da Christian Leperino, artista e presidente di Smmave, il progetto Né santi né eroi di Mario Spada, dedicato alla Misericordiella, consolida la felice collaborazione tra il Cfi (Centro di Fotografia Indipendente) e lo Smmave. L’installazione sarà espressione di un percorso di ricerca artistica, dal forte carattere collettivo e incentrato sulla relazione con il territorio e i suoi abitanti, in piena sintonia con l’impegno di recupero di questo luogo prezioso come nuovo presidio di rigenerazione culturale aperto alla città.
L’associazione Smmave  ha sede a Napoli nella chiesa di Santa Maria della Misericordia ai Vergini e nasce da un’intuizione di Leperino. Dal 2015 ha preso in cura questo antico bene, a lungo abbandonato al degrado, e grazie a un intenso lavoro volontario di recupero, studio e valorizzazione, tuttora in corso, la Misericordiella è oggi riaperta al pubblico come centro di ricerca, didattica e produzione artistica.
Il Centro di fotografia indipendente è un’officina creativa, nata a Napoli nel 2013 dall’incontro dei tre fotografi Mario Spada, Biagio Ippolito e Luca Anzani. Obiettivo: sostenere, diffondere e sviluppare la cultura fotografica. Aperto all’innovazione, come luogo di condivisione e confronto di sguardi, nell’intento di percorrere nuove strade per comprendere la realtà in cui viviamo.

Né santi né eroi
Chiesa di Santa Maria della Misericordia ai Vergini
Orari di apertura: giovedì 18-20 | domenica 11-13
Chiusura 19 gennaio 2020
Ingresso gratuito
info@centrodifotografiaindipendente.it
info@smmave.it

 

 

 

 

 

L

RISPONDI