Corpo e mente, protagonisti al Museo di San Martino. Giovedì 28 giugno alle 15, nel refettorio della Certosa, in occasione della “VIII giornata mondiale dello yoga – IV international yoga day dell’O.N.U.” si terrà il convegno sul tema L’arte della meditazione e della contemplazione nelle tradizioni spirituali d’Oriente e d’Occidente.
L’iniziativa conclude la prima parte del progetto Lo yoga per i musei – i musei per lo Yoga  ideato e realizzato, in collaborazione con il Polo museale della Campania, il Museo e Real Bosco di Capodimonte, l’assessorato alla cultura e turismo del Comune di Napoli, dalla Scuola di Yoga Integrale ACSI – CONI  e che ha previsto  corsi gratuiti di yoga, tenuti da gennaio a giugno, in nove musei a Napoli, Capri e Piano di Sorrento.
Venerdì 29 giugno, invece,  alle 18, la Certosa ospiterà il Quartetto d’archi Mitja  in Opera da Camera, con brani di Andrea Falconieri, Franz Schubert e alcune fra le più celebri arie d’opera di Giuseppe Verdi, un concerto eseguito con l’originalità tipica di questa formazione.
Il Quartetto Mitja – composto da Giorgiana Strazzullo violino, Sergio Martinoli violino, Carmine Caniani viola,Veronica Fabbri Valenzuela violoncello- nasce nel 2008 a Napoli. Dopo un percorso di studi cosmopolita, ottiene riconoscimenti in concorsi nazionali e internazionali. L’obiettivo del Quartetto è di realizzare “Il sogno a sedici corde”, raggiungibile solo attraverso una formazione di altissimo livello. Suono caldo, spinta emotiva e originalità sono i tratti distintivi di questo ensemble.
L’evento è organizzato con il sostegno dell’associazione Amici del Museo di San Martino, costituitasi nel maggio scorso allo scopo di affiancare e sostenere il Museo nella   promozione, valorizzazione e divulgazione del ruolo, della finalità e del valore sociale di tale insostituibile e secolare istituzione cittadina. La partecipazione al concerto è con il biglietto di ingresso gratuito.
Per saperne di più
accoglienza.sanmartino@beniculturali.it