Nacque a Napoli un secolo fa. Era il 27 febbraio del 1921, sotto il segno dei pesci. Giuseppe Patroni Griffi, registra, drammaturgo e scrittore. Geniale figlio del Vesuvio e di Partenope.
Per la prima volta saranno visibili online, in occasione del centenario della nascita, la biblioteca nazionale di Napoli svela il suo mondo:   foto di scena, copioni e documenti provenienti dal suo archivio personale donato alla biblioteca da Fausto Nicolini (assiestnte teatrale del regista e amico) nel 2019, non ancora presentato al pubblico a causa del Covid.
L’archivio ha trovato giusta collocazione tra  le preziose raccolte della sezione Lucchesi Palli, dedicata alle arti dello spettacolo, fiore all’occhiello di questa biblioteca.
Obiettivo della Biblioteca Nazionale di Napoli è favorire un  progetto scientifico e di ricerca  di respiro internazionale, che approfondisca la comprensione degli aspetti innovativi della produzione di Giuseppe Patroni Griffi, attraverso ulteriori chiavi di lettura .
Per saperne di più
https://www.facebook.com/BNNBibliotecaVittorioEmanueleIII/
In foto, Giuseppe patroni Grippi con Florinda Bolan sul set del film “Metti una sera a cena”

                                     



RISPONDI