Ambientalisti nostrani, armatevi di App e andate a salvare il mondo, o quanto meno gli Astroni! Non è una incitaziona a grandi imprese ma un invito a fare la differenza, tutelando la natura che ci ospita con un pizzico di buona volonta, e con ABCD, l’app realizzata nell’ambito del progetto Astroni Bosco da Conoscere e Difendere. Lanciata in concomitanza con la ripartenza post Covid-19 e la riapertura delle aree verdi ai cittadini, questa app ha tutte le potenzialità per diventare un sistema efficiente per la prevenzione degli incendi nelle aree boschive.
L’app si basa in primis sulla sensibilità dei cittadini: chiunque abbia notizia di una situazione di possibile rischio incendio (come ad esempio l’accumulo di rifiuti a ridosso di zone sensibili) può inviare tramite smartphone la segnalazione, che verrà gestita dal personale della Riserva Naturale. Non segnalazioni di incendio, quindi (per quelle, chiaramente, è bene chiamare i Vigili del Fuoco) ma possibilità di prevenirli, quello sì. Ma non è tutto.
L’app sarà anche un contenitore di informazioni per interagire con la Riserva: ABCD prevede infatti di segnalare, tra l’altro, strade interrotte e frane, oppure indicazioni utili per chi vuole vivere la Riserva in totale sicurezza, come indicazioni su meteo, punture di insetti, pollini o più semplicemente calendario degli eventi e dei laboratori in programma nell’area. 
L’app è stata sviluppata da Hubstrat (concept grafico, progettazione, coordinamento e comunicazione) e Nexus (sviluppo software).  
ABCD è un progetto sostenuto da Fondazione con il Sud che mette insieme enti, istituzioni, università, associazioni e privati con l’obiettivo di tutelare e preservare la Riserva Naturale Statale Oasi WWF Cratere degli Astroni e tutte le aree limitrofe incluse nella straordinaria riserva naturale a cavallo tra Napoli e Pozzuoli.
 

RISPONDI