“Quartieri di vita” arriva in Europa.
Il Festival di formazione e teatro sociale (foto di Salvatore Pastore), diretto da Ruggero Cappuccio e realizzato con il sostegno della Regione Campania dalla Fondazione Campania dei Festival presieduta da Alessandro Barbano, è stato selezionato tra i 27 di altrettanti Paesi ammessi al cofinanziamento di Bruxelles nell’ambito del fondo cluster EUNIC (European National Institutes for Culture).
Un importante riconoscimento internazionale per un evento culturale che, nato nel 2016, punta a favorire l’inclusione sociale delle fasce più deboli (migranti, donne vittime di violenza, adolescenti a rischio, persone diversamente abili o con patologie) attraverso il linguaggio universale del teatro.
“Quartieri di vita. Life infected with Social Theatre!”, proposto in partenariato dalle reti EUNIC di Roma e Napoli, ha superato i test del processo di valutazione ed è il solo progetto che rappresenta l’Italia in un’azione congiunta di sostegno alle scene creative locali in tutto il mondo nel 2021. Contribuendo, in questo momento di particolare emergenza, a favorire le relazioni culturali internazionali per mettere in campo una strategia comune.
I risulta dei laboratori teatrali 2020 di “Quartieri di Vita”, con le modalità imposte dal tempo presente, sarà disponibile nei primi mesi del nuovo anno.
I 14 lavori del Festival sono stati trasformati in docu-film per il teatro e si potranno vedere gratuitamente sulle piattaforme on line della Regione Campania e della Fondazione Campania dei Festival, oltre che sui diversi social ad esse collegati.

RISPONDI