Ripartono i concerti d’autunno (in edizione 23)  organizzati dalla Comunità evangelica luterana di Napoli presieduta da Riccardo Bachrach. Da domani 3 ottobre fino al 5 dicembre dieci concerti a ingresso libero, ogni mercoledì alle 20,30 nella chiesa di via Carlo Poerio a Napoli. La rassegna che conta sulla direzione artistica di Luciana Renzetti,  offre spazio ad affermati solisti e a giovani talenti, e con originali programmi di classica, musica contemporanea, jazz e altri generi ed  è realizzata con il contributo dell’8 per mille donato alla chiesa luterana.
Si parte con un concerto per il raro organo harmonium “Aeolian Orchestrelle” del 1900 custodito nella chiesa luterana di Napoli in via Carlo Poerio. Il catanese Angelo Maria Trovato, vincitore di diverse edizioni del Concorso di composizione indetto dalla rassegna, eseguirà pagine di Lemmens, Collin, Monestel e altri autori.
Alla manifestazione si affianca, come ogni anno, il concorso letterario “Una piazza, un racconto” che compie 20. La tradizionale antologia con i testi primi classificati verrà pubblicata in un’edizione speciale con una sezione di approfondimento su tutti gli autori vincitori in questi anni. La serata di premiazione si svolgerà 28 novembre con Corrado Oddi (voce narrante), Matteo Cossu (violino) e Gabriele Pezone (pianoforte).
Ecco il calendario: il 10 ottobre sarà di scena il giovane pianista salernitano Angelo Villari con pagine di Respighi, Liszt e, nell’anno dell’anniversario, di Debussy. Il 17, un concerto per mandolino, da alcuni oggetto ai “Concerti di autunno” di una riscoperta in ambito classico: Raffaele La Ragione, con Giacomo Ferrari al pianoforte, proporrà pagine di sei compositrici. Il 24, la chitarra di Francesco Scelzo passerà da Bach a Thielemans, a Gillespie. Il 31, programma per arpa, flauto e viola con pagine di Jolivet, Bax, Ghedini e Debussy.
Il 7 novembre, il piano di Giulio Potenza approderà da Schumann a Medtner. Il 14 c’è il duo Chi Asso con Valerio Celentano alla chitarra e Marco Cucinello al contrabbasso per un’antologia dei musicisti “naif” del Sud America, tra istanze popolari ed echi classico-barocchi. Il 21, i quattro sassofoni del Quartetto Auris si presentano con un repertorio classico fino a Bizet. Il 5 dicembre, chiude il“Christmas show”: proiezione delle immagini cult di Norman Rockwell, accompagnate da melodie e narrazioni  natalizie con Elena Buttiero, Marta Delfino e Ferdinando Molteni.
In foto, il coro luterano
Per saperne di più
www.celna.it

 

 

RISPONDI