Italia, da paria del mondo occidentale a modello internazionale. Parole di Jason Horowitz, giornalista dell’autorevole New York Times. In un articolo intitolato “Come l’Italia ha trasformato la sua calamità Coronavirus”, spiega la capacità italiana di superare l’emergenza, dando una lezione di efficienza sanitaria e strategica al globo intero.
E non solo, aggiungiamo noi. Mentre i vicini europei come francesi e belgi sono costretti a prendere misure più restrittive per arginare il Covid tanto che il sindaco di Anversa ha consigliato ai turisti di stare alla larga dalla città fiamminga, nel nostro Sud i focolai vengono controllati, garantendo sicurezza vacanziera a tutti.
E’ il caso di Pisciotta, gemma del Cilento dove il primo cittadino Ettore Liguori ha diffuso una lettera rivolta a conterranei e turisti.
«Carissimi concittadini, gentili ospiti – scrive- dopo le drammatiche giornate di questa primavera, il virus non è ancora scomparso e tutta l’Italia, anzi l’intero pianeta, deve tuttora fare i conti con lo stato di emergenza, anche se, almeno in Italia, non più drammatico come quello vissuto nei mesi scorsi.L a chiusura totale, e il responsabile impegno della nostra comunità, avevano tenuto Pisciotta del tutto esente dal contagio. La riapertura, unita a qualche incauto comportamento, ha modificato  questa realtà, e abbiamo dovuto registrare anche nel nostro Paese alcuni casi. Nessuno di questi casi si è mai verificato né a Pisciotta Capoluogo né  a Rodio. Anche a Marina la situazione è pienamente sotto controllo, con l’isolamento delle persone coinvolte e di quelle con esse entrate in contatto».
E puntualizza: «È stato inoltre eseguito uno screening di massa su tutti gli operatori delle strutture commerciali e portuali, con esito totalmente negativo.A Caprioli si registra un unico caso, pure questo legato al sub-focolaio della Stazione Vecchia, e si sono adottate tutte le misure per verificare i contatti e circoscrivere gli effetti».
Quindi, l’invito ad assaporare sole e relax: «Pisciotta è sicura e scrupolosamente controllata, ed è perfettamente in grado di ospitare come sempre tutti quelli che vogliono godere del suo mare, dei suoi ulivi, dei sui borghi, delle sue accreditate strutture ricettive, delle sue case sul mare, in collina e nei borghi, dei suoi ristoranti di eccellenza, dei suoi bar,  delle sue rinomate osterie e pizzerie. Non c’è alcun motivo per rinunciare a tutto questo e intendo  responsabilmente incoraggiare tutti quelli che amano Pisciotta a “vedersene bene” , rispettando le regole,  anche in questa estate, come in tanti già stanno facendo».
Tra le mete italiane prese d’assalto in questi giorni, il Cilento è una delle più ambite. Per le sue meraviglie naturali e gastronomiche. Buone vacanze a tutti.
In alto, uno scorcio di Pisciotta

RISPONDI