Edizioni del Faro/ “Otto regni. La furia del vento, il sussurro dell’acqua”: coraggio, amore e odio nel romanzo fantasy di Daniele Iannetti

0
417

“Otto regni. La furia del vento, il sussurro dell’acqua” di Daniele Iannetti (Edizioni del Faro, pagine 345, euro 19) è un romanzo fantasy che apre una saga che già dal suo primo volume si preannuncia ricca di emozioni e d’azione; l’autore racconta di una battaglia campale che si svolgerà tra i vivi e i morti, e che potrebbe portare la luce e l’ombra ad essere inghiottite da un nuovo equilibrio primordiale.
Piro, Elettro, Reiji, Nato, Siria, Leyla, Fannì, e Blù sono i protagonisti di questa affascinante vicenda; nel prologo dell’opera incontriamo Piro nel passato, in un momento cruciale della sua esistenza: «Aprì gli occhi. Aveva la vista annebbiata e un fischio martellante gli rimbombava nella testa. Giaceva immobile intorno a corpi caduti, le cui sagome prendevano poco alla volta una forma su quella piana inondata da un sole morente […] Vagava con lo sguardo su quella città in rovina che si estendeva per leghe e leghe a perdita d’occhio, cercando di capire cosa fosse successo. Macerie, fumo, fuoco, urla, persone che scappavano terrorizzate avvolgevano la zona. Si domandava se questo scenario fosse la guerra. Sicuramente lui non era sul carro dei vincitori».
Cos’è successo al giovane, e dove lo stanno conducendo degli esseri dalle grandi corna scure che sembrano nati dall’incrocio fra un umano e un ariete? È presto detto: a causa di una sanguinosa e folle guerra combattuta da Piro e dagli altri sette personaggi, essi vengono maledetti da uno sciamano che li priva della guida dei loro otto regni e dei loro poteri.
Li condanna inoltre all’esilio nel mondo degli uomini, senza alcun ricordo di ciò che sono stati: «Rinascerete privi di qualsiasi unicità e al raggiungimento della maggiore età ricorderete la moltitudine di cadaveri che gravano sulle vostre spalle. Ogni notte verranno a tormentarvi in incubi senza fine. Questa è la pena riservata a chi è stato portatore di sventura».
Quando i protagonisti compiono la maggiore età, la memoria del loro tragico passato riemerge lentamente; è soprattutto Piro a soffrire di queste incomprensibili visioni, e in seguito egli è anche raggiunto da un giovane, Tristan, che gli comunica che gli otto regni sono in pericolo, e che lui e i suoi amici devono tornare nel loro universo per fermare una terribile calamità.
Daniele Iannetti racconta una storia di coraggio, abnegazione, amore e odio in cui veniamo condotti in straordinari mondi governati dalla magia degli elementi – fuoco, elettricità, vento, terra, ghiaccio, acqua, tempo e sangue; in questo primo volume visiteremo i reami del vento e dell’acqua, in attesa di nuove, incredibili avventure. Teresa Iossi

RISPONDI

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.